Home > LE IMPRESE SI RACCONTANO > CLARA > Area a Ecomondo per parlare di Tariffa corrispettiva

Area a Ecomondo per parlare di Tariffa corrispettiva

Da: Area Copparo

La società invitata da Utilitalia come esempio di best practice nazionale

Area porta la sua testimonianza sulla sperimentazione della tariffa corrispettiva a Ecomondo, la Fiera Internazionale del recupero di materia ed energia e dello sviluppo sostenibile che si svolge a Rimini dall’8 all’11 novembre, giunta quest’anno alla ventesima edizione.
Domani, giovedì 10, il direttore generale Raffaele Alessandri, interverrà infatti nell’ambito del convegno “La nuova Autorità sui rifiuti e la tariffa corrispettiva: stato dell’arte e prospettive”, organizzato da Utilitalia insieme a ISPRA e FiseAssombiente come momento di riflessione e discussione sul tema del finanziamento del ciclo integrato dei rifiuti e della cosiddetta tariffa puntuale.
Lo sviluppo di un sistema tariffario per il ciclo integrato di gestione dei rifiuti è fondamentale per favorire uno sviluppo industriale del settore, per rendere più trasparente il servizio e responsabilizzare istituzioni, cittadini/utenti e imprese di gestione, e soprattutto per perseguire il principio europeo del ‘chi inquina paga’. Recentemente il Ministero dell’Ambiente ha elaborato la proposta definitiva del regolamento con cui sono stabiliti i criteri per la realizzazione di sistemi di misurazione puntuale finalizzati alla progettazione di un effettivo modello di “tariffa commisurata al servizio reso a copertura integrale dei costi relativi al servizio di gestione dei rifiuti”.
«L’introduzione di un sistema di tariffa corrispettiva, secondo il modello PAYT (Pay As You Throw), è un tema che ci sta molto a cuore, anche perché è uno dei principali obiettivi di Clara, la società che sta per nascere della fusione tra Area e CMV Raccolta», ha spiegato Alessandri. «Per questo abbiamo accolto con soddisfazione l’invito di Utilitalia, che ci ha chiesto di illustrare, come esempio di best practice nazionale, il metodo di misurazione puntuale che stiamo sperimentando in alcuni dei comuni da noi gestiti, cui farà seguito, a partire dal 2017, l’applicazione di un nuovo modello di tariffa, più equo di quello attuale perché in grado di correlare in modo più preciso il costo pagato da ciascun utente al servizio effettivamente utilizzato».
Il convegno si terrà dalle 9.30 alle 13.30 nella Sala Diotallevi 2, Hall sud della Fiera di Rimini.

Commenta