COMUNICATI STAMPA
Home > PARTITI & DINTORNI > Articolo 1-MdP: anche a Ferrara

Articolo 1-MdP: anche a Ferrara

Da Articolo 1 – MdP Ferrara

Si è costituito a Ferrara il Comitato cittadino promotore di “Articolo 1-MdP”, un movimento aperto nato per ricostruire un centrosinistra plurale e per radicare in tutte le comunità un campo di esperienze democratiche e progressiste legate alle culture liberali, ambientaliste, al mondo civico dell’associazionismo e del volontariato.
È urgente – anche a Ferrara – un nuovo impegno politico a sinistra che parta dai valori espressi dalla nostra Costituzione per dare all’Italia un futuro più giusto e democratico, e per contrastare l’avanzata di una politica populista e di una destra neofascista.

Il Comitato ferrarese di “Articolo 1-MdP” è stato fondato da:
– Alberto Guzzinati, professione macchinista. Dopo una vita di impegno sociale e politico, torna alla politica attiva per riaffermare l’importanza dei valori della dignità del lavoro.
– Stefania Guglielmi, avvocata ferrarese specializzata in diritto del lavoro e di famiglia, contrattista alla facoltà di economia, femminista, da sempre impegnata nell’associazionismo.
– Massimiliano De Giovanni, editore e docente all’Accademia di Belle Arti di Bologna. Da sempre impegnato nelle associazioni e nei comitati che chiedono il rispetto e la promozione dei diritti fondamentali. È stato Consigliere Nazionale Arcigay e Presidente di Arcigay Ferrara.
– Loredana Bondi, libera professionista come formatrice, già docente e dirigente scolastica, impegnata in diverse attività istituzionali e dell’associazionismo. Si occupa in particolare di temi inerenti il sistema socio educativo e scolastico.
– Luca Fiorini, operaio presso un’azienda del polo chimico e delegato sindacale della RSU, una sorta di Robin Hood che difende i lavoratori dai soprusi.

Il Comitato ferrarese di “Articolo 1-MdP” vuole essere un punto di riferimento per il più ampio elettorato di sinistra che chiede da anni una città più democratica ed equa, più partecipe e vivibile, più verde e ordinata.
Una città governata con onestà, trasparenza e correttezza, attenta ai bisogni quotidiani, con maggiore disponibilità all’ascolto, pulita e respirabile, in cui dignità e diritti siano sempre in primo piano.
– Una FERRARA DALLA PARTE DEI LAVORATORI: in un periodo caratterizzato da un imponente smantellamento dei diritti dei lavoratori e da una modifica strutturale delle relazioni industriali e del sistema lavorativo in generale, ora più che mai è indispensabile riportare diritti e dignità nel mondo del lavoro, tenendo conto di quell’oltre mezzo milione di artigiani, commercianti e piccoli imprenditori che la grande crisi si è portata via, degli esodati, e dei tanti, troppi giovani che non trovano lavoro e sono costretti a fare scelte molto difficili.
– Una FERRARA ATTENTA AL SOCIALE, per la difesa dei diritti alla salute e all’assistenza sociale soprattutto delle fasce più deboli; per la salvaguardia dei servizi pubblici come bene comune per la crescita di una comunità coesa e solidale; per un sistema integrato qualificato che possa garantire tutti, contro ogni discriminazione di razza, di cittadinanza, di sesso e di orientamento sessuale, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali, come ci insegna la Costituzione italiana soprattutto agli artt. 2, 3 e 4.
– Una FERRARA A VOLUMI ZERO, che arresti il consumo di suolo, che concentri l’attività edilizia nelle aree dismesse e già urbanizzate, che riqualifichi gli immobili abbandonati e in disuso, le aree verdi cittadine e soprattutto le zone più degradate di Ferrara, dall’acquedotto fino a via Oroboni, passando naturalmente per la stazione e il grattacielo.
– Una FERRARA CULTURALMENTE VIVA, capace di parlare più linguaggi, quello della cultura, dell’arte, della musica e del turismo. Una città in cui ragazzi con idee creative e voglia di sperimentare possano trovare spazi e occasioni per mettersi in gioco, ma anche una città che torni a puntare sulle sue tante eccellenze, che incentivi un turismo trasversale, che tuteli gli esercenti (non solo del centro storico) attraverso eventi diffusi, e che sia sempre più collettore tra pubblico e privato.

Il Comitato cittadino promotore di “Articolo 1-MdP” vuole essere la casa di tutti coloro disponibili a condividere questi importanti obiettivi.
La nostra politica è quella di difendere i diritti di tutti invece di arrogarsi diritti.
Saranno molte le iniziative pubbliche che saranno avviate nei prossimi mesi. Per unirvi a noi e partecipare, potete contattarci all’indirizzo email: articolo1mdpferrara@gmail.com

Il Comitato ferrarese di “Articolo 1-MdP”
Loredana Bondi
Massimiliano De Giovanni
Luca Fiorini
Stefania Guglielmi
Alberto Guzzinati

Commenta