Home > LE IMPRESE SI RACCONTANO > CLARA > Clara risponde – Differentemente: guida al corretto smaltimento dei rifiuti

Clara risponde – Differentemente: guida al corretto smaltimento dei rifiuti

Parte oggi una nuova rubrica con la quale Clara spa risponderà alle domande più comuni poste dagli utenti, così da poter chiarire le idee, migliorare il servizio e risolvere più diffusi sulla raccolta differenziata e la gestione dei rifiuti.

Il primo quesito riguarda gli imballaggi:
Perché nel sacco giallo posso inserire solo gli imballaggi e non gli altri oggetti in plastica?

La risposta a questa domanda arriva da una regolamentazione nazionale. La raccolta differenziata della plastica riguarda infatti solo gli imballaggi, cioè quei manufatti concepiti per contenere, trasportare, proteggere merci in ogni fase del processo di distribuzione e per i quali i produttori hanno corrisposto il Contributo Ambientale CONAI (CAC). Gli oggetti in plastica diversi dagli imballaggi non possono dunque essere immessi nella raccolta differenziata perché i costi del sistema sono coperti in prevalenza proprio dal CAC, posto esclusivamente sugli imballaggi.
Per fare qualche esempio: i giocattoli, benché di plastica, non possono essere inseriti nel sacco giallo, come neanche le posate usa e getta, le penne scariche, gli spazzolini da denti o qualsiasi altro oggetto la cui funzione non sia stata quella di imballaggio.

Per tutti gli approfondimenti sulla raccolta differenziata della plastica c’è anche il sito www.corepla.it

Commenta