Home > COMUNICATI STAMPA > Coldiretti: Oscar Green 2017 Emilia-Romagna. Una visione di futuro

Coldiretti: Oscar Green 2017 Emilia-Romagna. Una visione di futuro

Da Coldiretti

Undicesima edizione del Premio di Coldiretti Giovani Impresa a sostegno delle idee innovative che creano lavoro e valorizzano qualità, tipicità e originalità dell’agricoltura made in Italy.
Tredici i candidati dalla provincia di Ferrara.

Coldiretti Giovani Impresa, con l’alto patronato del Presidente della Repubblica, anche quest’anno riconosce e premia i meriti dei giovani imprenditori agricoli con l’appuntamento “Oscar Green”, arrivato ormai all’undicesima edizione, il cui scopo è quello di premiare chi, con passione, porta avanti idee di agricoltura innovative ed originali.
“Il premio “Oscar Green” rappresenta una visione di futuro – spiega il Direttore di Coldiretti Ferrara, Claudio Bressanutti – , un giovane che riesce a migliorare o addirittura a spostare la storia produttiva della sua azienda, innesca un meccanismo virtuoso che contamina altri settori e la vita stessa del territorio dove l’idea si sviluppa”.
La terra non rappresenta solo il passato della nostra economia, ma anche il futuro. Cambia l’approccio, si adatta alle nuove esigenze del mercato e può riservare soddisfazioni ai giovani che decidono di ritornare a coltivare. Forse è frutto della crisi economica, della voglia di una vita più sana, della ricerca di nuove forme di economia più vicine all’ambiente, sta di fatto che molti giovani italiani negli ultimi anni si stanno dedicando all’agricoltura, settore che permette loro ampie possibilità di sviluppo e di crescita, regalando così al nostro secolo un’agricoltura più creativa. I giovani agricoltori reinventano la tradizione e applicano idee originali in uno dei settori più longevi, come quello agricolo.
Quella dei giovani è un’agricoltura reinventata e quindi rinnovata e per questo Coldiretti ritiene doveroso premiarla. Nel primo trimestre del 2017, il settore agricolo dell’Emilia Romagna è stato l’unico settore che ha fatto registrare un aumento dei giovani imprenditori, attirati soprattutto dalla possibilità di sperimentare ed innovare. Giovani imprenditori agricoli che allevano, coltivano, trasformano prodotti e creano occupazione. Sono loro le menti brillanti del settore, quelli che hanno saputo coniugare perfettamente tradizione e innovazione, dando vita ad un nuovo modello di sviluppo più dinamico, moderno e senza dubbio più creativo.
Lo afferma Coldiretti regionale, sottolineando come in agricoltura ci sia un’Italia imprenditoriale che riconosce i meriti dei giovani e che li premia, in quanto sono proprio le loro idee che riescono a portare l’agricoltura tradizionale al passo con i tempi globalizzati e tecnologici moderni e che permettono di valorizzare il territorio, i suoi prodotti tipici e le sue bellezze ambientali e culturali.
Tante sono le idee d’impresa segnalate al concorso di quest’anno, (cui hanno partecipato anche tredici imprese ferraresi): dall’allevamento di lumache più grande d’Italia, alla studentessa inglese che, in tempi di Brexit, decide di lasciare la Gran Bretagna per venire in Emilia Romagna a produrre Parmigiano Reggiano, dalle zucche che viaggiano su internet, alle piante infestanti che creano reddito, dall’agricoltura a base micorizze, al biologico di collina, gli agriturismi innovativi, i nuovi prodotti dell’agricoltura 4.0, le reti di impresa, le bioenergie …
Verranno premiate queste e molte altre aziende che hanno superato in Emilia Romagna la selezione regionale, per poter poi accedere alla fase finale del concorso nazionale.
I premi saranno consegnati martedì 18 luglio 2017, alle ore 18:00, presso l’azienda vitivinicola Condè, a Fiumana di Predappio (FC), in via Lucchina 27. Alla cerimonia interverranno il Presidente del Consorzio del Parmigiano Reggiano, Nicola Bertinelli, la giornalista Gabriella Pirazzini, il delegato regionale di Coldiretti Giovani Impresa, Andrea Minardi, il Direttore ed il Presidente di Coldiretti Emilia Romagna, Marco Allaria Olivieri e Mauro Tonello.

Commenta