COMUNICATI STAMPA
Home > COMUNICATI STAMPA > Furto alla Giostra del Monaco

Furto alla Giostra del Monaco

Da Organizzatori

Giostra del Monaco si è aperta con la brutta sorpresa di un furto perpetrato ai danni di due espositori. I ladri, probabilmente attirati dalla bellezza dei manufatti esposti, sono riusciti, eludendo il controllo dei volontari della Contrada, a trafugare materiale da due banchi. Rabbia e tristezza per un fatto che colpisce un evento nato proprio per riqualificare una zona altrimenti lasciata a chi non la frequenta per la sua bellezza ma per altri e meno edificanti scopi. L’organizzazione della Giostra del Monaco si è immediatamente attivata verso le forze dell’ordine per rafforzare ulteriormente la collaborazione mirata alla sicurezza del territorio, ed ha garantito ai Mercanti il completo rimborso del danno subito.

Ieri apertura del campo alle 18,30 con le fedeli ricostruzioni dei giochi di un tempo, alla Contea dei Giochi, rivolte ai più piccoli e le prove di tiro con l’arco per tutti. Il gruppo donatori della Contrada di san Giacomo, e la Giostra del Monaco, hanno dedicato la serata all’Avis, storico partner delle Contrade e del Palio di Ferrara, riservando ai soci Avis lo sconto del 10%, sulle consumazioni, poi la conferenza a cura del Dr. Gianluca Lodi “il sangue nel medioevo” e la presentazione del volume “Spezieria Ferrarese l’arte degli Speziali e i giardini dei Semplici”

Questo il programma per martedì 29 agosto con, la strada dei mercanti, la Corte dei Giuochi con giochi di abilità medievali ed il campo arcieri con prove di tiro con l’arco per tutti, il Maneggio con le passeggiate con i pony e l’accampamento medievale aperti dalle 18,30 e la Taverna dell’Aquila Bianca e le Osterie aperte dalle 19.30.

Mentre alle 21.30 nell’ambito del progetto di Pro Loco Ferrara “Aspettando Autunno Ducale”, Percorso nella storia delle Terre Estensi a cura di Alessandro Gulinati si terrà l’incontro con il Professor Pietro Paolo Angelini che presenta il volume “Ludovico Ariosto, Commissario in Garfagnana”.

Commenta