Home > INTERVENTI > Giunta molto “Fattiva”

Giunta molto “Fattiva”

Da Paolo Giardini

“La Giunta opera con i fatti e non con i proclami: basti pensare a ciò che è stato realizzato negli anni passati e alle ultime decisioni messe in atto dall’Amministrazione comunale.”
Grandiosa Giunta! Ribatte alle critiche proclamando che lei non fa proclami, ma pensa e agisce. A cosa pensa quel trust di cervelli? Ai “fatti” che i ferraresi dimenticano per somma fortuna del sindaco. Però nella questione c’è una difficoltà: la parola “fatti” vuol dire tante cose. È un aggettivo? Un sostantivo? La transizione che porta a “strafatti”? Oppure ricorda il verso dantesco che regolarmente commuove tutti gli afroarrivati: “.. fatti non foste a viver come bruti..”? No problem: la Giunta aggira l’ostacolo descrivendo subito i “fatti”. Eccoli:
– Ufficio Mobile, che sarà operativo a breve, a supporto della presenza quotidiana da parte della Polizia Municipale, proseguendo con l’attivazione dell’unità cinofila che ha già dato prova di efficace contrasto antidroga.
Impressionante! Però… cosa significa Ufficio Mobile? Che la comandante Trentini comunicherà con un veicolo corazzato attrezzato ad Ufficio (presumibilmente un Armoured Command Vehicle residuato di El Alamein), chiedendo via radio quanti verbali sono stati “fatti” per divieto di sosta in via Felisatti? Raccomandandosi poi di non disturbare gli spacciatori dal cuore animalista, che lasciano sempre nel verde un po’ di erba aromatizzata alla salciccia per l’unità cinofila?
Dalle droghe alle erbe aromatiche: il declino degli spacciatori sembra segnato, grazie alla fattiva laboriosità della Giunta. E questo non è tutto. Infatti, c’è pure:
– La realizzazione del Comando di IV Novembre per una presenza forte della Polizia Municipale, oltre alla presenza costante del Centro di Mediazione.
Questi ultimi due “fatti” devastanti per la criminalità organizzata sono geniali. Neppure Di Maio e Raggi saprebbero far meglio. Perché grazie alla spiegazione della Giunta ora è chiaro che se la Polizia Municipale si trasferisce da via Bologna (che vuol dire evidentemente flaccida presenza debole) a viale IV Novembre (diventando così una “presenza forte”), è altrettanto chiaro che può trasformarsi anche in muscolare “presenza fortissima XXL”: le basta solo traslocare un’altra volta, installandosi dentro al grattacielo fra i nigeriani. Là, insieme al controllo costante dei mediatori del Centro, coadiuvati da temibili Biblioteche locali e dai vicini spacci di verdura a Km 0, trascinerebbe subito al ribasso le quotazioni della droga, rovinando gli spacciatori. Che neanche vendendo le loro biciclette e i cellulari coprirebbero le perdite. Se non guadagnano un Nobel, almeno un Oscar per la sceneggiatura è assicurato.
Auspichiamo che questa Giunta formata da componenti autosoddisfatti di default, sopravviva alla declinante era Tagliani confluendo nel Mo’ViMento 5 Stelle, dati gli ideali comuni riassunti nel dogmatico “Uno vale Uno” (salvo Grillo o salvo Tagliani o salvo Hera, secondo i casi), motto implicito nella Costituzione e sintesi dell’attuale concetto di massima democrazia compendiato con: “la mia ignoranza vale quanto la tua conoscenza”. Questo spalanca la porta a tanta, tantissima libertà costituzionale. Compreso l’autoreferenzialismo di una giunta che senza titubanze attribuisce la patente di “puerili dichiarazioni da campagna elettorale” alle proteste della minoranza per le numerose aggressioni che nei fatti avvengono davvero in zona GAD.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi