Home > ACCORDI - il brano della settimana > Il revival anni Novanta
Brano: Won't Get Fooled Again degli Who

Brano: Won’t Get Fooled Again degli Who

E così alla fine è successo: Hillary Clinton è la candidata democratica alle yankeepresidenziali di quest’anno.
Non c’era bisogno di fare una proclamazione di quel genere, tanto lo sapevamo già.
I suoi avversari erano un mentecatto, un socialdemocratico e due cretini.
La sig.ra Clinton ha vinto davvero facile.
Adesso la cosa fastidiosa è questo croccante battage ricoperto da una farlocchissima panatura gusto “femminismo della mutua”.
E questa roba ce la cuccheremo per almeno 4 anni.
Prepariamoci.
Nel mentre Bernie Sanders scanchera e dice che non si ritirerà dalle primarie, ma non so a cosa possa servire.
Di certo queste elezioni sono le elezioni più indecifrabili dai tempi di Walter Mondale.
E io preferirei Walter Mondale o persino Dukakis a questo revival clintoniano.
Via col pezzo a tema.

Ogni giorno un brano intonato alla cronaca selezionato e commentato dalla redazione di Radio Strike.

Selezione e commento di Andrea Pavanello, ex DoAs TheBirds, musicista, dj, pasticcione, capo della Seitan! Records e autore di “Carta Bianca” in onda su Radio Strike a orari reperibili in giorni reperibili SOLO consultando il calendario patafisico. xoxo <3

Radio Strike è un progetto per una radio web libera, aperta ed autogestita che dia voce a chi ne ha meno. La web radio, nel nostro mondo sempre più mediatizzato, diventa uno strumento di grande potenza espressiva, raggiungendo immediatamente chiunque abbia una connessione internet.
Un ulteriore punto di forza, forse meno evidente ma non meno importante, è la capacità di far convergere e partecipare ad un progetto le eterogenee singolarità che compongono il tessuto cittadino di Ferrara: lavoratori e precari, studenti universitari e medi, migranti, potranno trovare nella radio uno spazio vivo dove portare le proprie istanze e farsi contaminare da quelle degli altri. Non un contenitore da riempire, ma uno spazio sociale che prende vita a partire dalle energie che si autorganizzano.

Commenta