Home > COMUNICATI STAMPA > Interno Verde: nuovi giardini in primavera

Interno Verde: nuovi giardini in primavera

Da Associazione Ilturco

Confermata a maggio la terza edizione del festival, online il questionario per il pubblico.
Interno Verde torna in primavera: il festival dedicato ai giardini segreti di Ferrara si terrà a maggio 2018. Le date ufficiali sono ancora da definire ma l’associazione Ilturco, che ha ideato e curato l’evento, conferma la terza edizione e anticipa che, oltre agli spazi più affascinanti e curiosi già compresi nel programma del 2016 e del 2017, sarà possibile scoprire nuovi meravigliosi giardini, mai aperti al pubblico in precedenza. Inoltre, per rendere l’iniziativa ancora più coinvolgente, inclusiva e sostenibile, l’associazione lancia un questionario di gradimento online: i consigli che arriveranno dal pubblico – raccolti in forma anonima – guideranno l’organizzazione della prossima edizione.

La manifestazione, sebbene giovanissima, ha già raccolto un folto seguito di appassionati, a livello locale ma non solo. Alla prima edizione – organizzata nel settembre 2016 – hanno partecipato più di 3.500 visitatori, alla seconda – che si è svolta a maggio 2017 – gli iscritti sono stati più di 6mila. Un successo che travalica i confini provinciali e regionali, come testimoniano i dati raccolti da Ilturco per monitorare l’affluenza dei visitatori.

«Abbiamo raccolto la provenienza di oltre 4.200 visitatori, l’80% degli iscritti – spiega Riccardo Gemmo, presidente dell’associazione -. Il 20% dei ferraresi che ha partecipato risiede fuori dal territorio comunale, mentre il 24% del pubblico veniva da altre province e ben il 14% da altre regioni. Colpisce soprattutto l’affluenza da parte di Milano, che ha pareggiato quella con la vicina Rovigo».

«Dietro il rosso dei mattoni, le strade della nostra città nascondono un meraviglioso tesoro verde – raccontano Martina Stevoli e Licia Vignotto, coordinatrici dell’evento -. Ci piacerebbe che sempre più abitanti fossero consapevoli di questa ricchezza, perché conoscere il posto in cui si vive è una premessa fondamentale per imparare ad amarlo. Allo stesso tempo vorremmo lanciare una piccola rivoluzione nell’immagine che il capoluogo estese propone al mondo di sé stesso. Ci piacerebbe diventasse spontaneo, in Italia e all’estero, ricordare Ferrara non solo per il Castello e Palazzo Diamanti, ma anche per gli splendidi giardini custoditi nel centro storico. Siamo consapevoli di quanto tempo e di quanta energia servano per raggiungere questo obiettivo, ma siamo fiduciose nelle potenzialità del lavoro di squadra». La rete di collaborazioni che si è sviluppata attorno al festival rappresenta già un traguardo di cui essere orgogliosi: 48 sono stati i partner locali ed extralocali coinvolti nell’iniziativa dello scorso maggio, tra istituzioni, enti, cooperative e associazioni.

«Restare in una posizione di ascolto e di contatto diretto con le persone che hanno amato Interno Verde è imprescindibile, per questo saranno preziosi i suggerimenti di chi vorrà compilare il questionario di gradimento – conclude Gemmo -. Abbiamo ricevuto moltissimi complimenti per l’atmosfera di grande spontaneità che il festival ha saputo creare, oltre che per la bellezza dei luoghi aperti: siamo felici ma siamo anche impazienti di sapere come e cosa può essere migliorato».

Chi ha partecipato a Interno Verde 2017 e volesse esprimere a riguardo la propria opinione, è invitato a compilare il modulo che si trova a questo link:
https://goo.gl/forms/dGi6spXKQzYjAGJh1

Per restare aggiornati su Interno Verde 2018, date, progetti speciali e anticipazioni: https://www.facebook.com/ilturco.internoverde/

Commenta