Home > PARTITI & DINTORNI > Interpellanza Peruffo (FI) – Programmazione incontri sulla prevenzione della Protezione Civile

Interpellanza Peruffo (FI) – Programmazione incontri sulla prevenzione della Protezione Civile

Da Organizzatori

La sottoscritta Consigliere Comunale Paola Peruffo INTERPELLA il Sig. Sindaco e per esso l’Assessore delegato:
PREMESSO

che a metà giugno, in concomitanza con la “Settimana regionale della prevenzione e della Protezione Civile”, fissata tra la fine di maggio e la metà di giugno, in occasione della quinta ricorrenza del sisma emiliano, il Servizio Associato di Protezione Civile Terre Estensi (che coinvolge i comuni di Ferrara, Masi Torello e Voghiera) ha organizzato una giornata dedicata alla prevenzione sismica portando nella zona ubicata tra via Borgo Punta, via Copparo e via Caretti, le diverse competenze che, sia in fase preventiva che in fase d’emergenza, si occupano di rischio sismico;

che l’obiettivo di tali giornate, organizzate anche in altri comuni della provincia, nascono dall’esigenza di accrescere la resilienza dei cittadini, partendo dalle piccole realtà, affrontando un rischio la cui natura spesso risulta di difficile gestione nel corso dello stato di emergenza;

che informare la popolazione è uno dei principali compiti delle amministrazioni pubbliche, obbiettivo non sempre di facile raggiungimento;

che dal 2014 il Comune di Ferrara ha istituito nel proprio territorio diverse Aree di Attesa per la Popolazione con l’intento di accogliere e informare tempestivamente la popolazione durante possibili stati di emergenza. Le Aree di Attesa della Popolazione (A.A.P.) sono aree idonee ad accogliere in modo temporaneo la popolazione a seguito di un ordine di evacuazione. Queste aree sono luoghi all’aperto, lontane da zone dove possibili ulteriori scosse o crolli possano aumentare lo stato di stress e di panico, ben serviti da collegamenti stradali, dove i cittadini potranno ricevere le prime informazioni sull’evento calamitoso, dove, cioè, gli operatori di protezione civile potranno fornire informazioni circostanziate sull’evolversi della situazione.
L’intento dell’esercitazione è stato anche quello di far conoscere le aree più prossime alle abitazioni dei cittadini e il loro funzionamento, con possibilità, in caso di emergenza, di fermarsi in questi punti in attesa dell’allestimento delle Strutture di Prima Assistenza (S.P.A.), luoghi dove la permanenza può protrarsi per un tempo prolungato in caso di bisogno.

CONSIDERATO

che in occasione delle sopracitate esercitazioni sono state testate prove di evacuazione della popolazione, che in seguito alla simulazione di una forte scossa è bene che raggiunga l’Area di Attesa più prossima alla propria abitazione. I cittadini, dopo essere stati accolti nell’Area dai tecnici e dai volontari di Protezione Civile, sono stati condotti nelle vicinanze dove è stato allestita una piccola Struttura di Prima Assistenza dove hanno assistito a brevi interventi con relatori esperti, trovando l’occasione per fare domande e confrontarsi su temi come la sicurezza degli edifici, la geologia e l’emergenza di Protezione Civile.

TENUTO CONTO

che il territorio ferrarese ha recentemente conosciuto gli effetti di un terremoto con epicentro nella stessa provincia;

e tenuto altresì conto dell’importanza della prevenzione, al fine di conoscere in via preventiva le buone prassi da seguire in caso di emergenza, oltre alla possibilità per ogni nucleo familiare, di apprestare un proprio zaino di emergenza (come avviene in altri paesi esteri) contenente ricambi stagionali del vestiario, medicine salvavita e numeri utili.

TUTTO CIÒ PREMESSO

La sottoscritta Consigliere Comunale INTERPELLA il sig. Sindaco per sapere:

se, oltre alla zona sopracitata (quartiere Borgo Punta – San Giovanni) sono in calendario altre esercitazioni, in collaborazione con la locale Protezione Civile, al fine di coinvolgere i cittadini su questi temi.

In caso di risposta negativa, se non ritenga sia il caso di prendere precisi accordi con la Protezione Civile Terre Estensi al fine di calendarizzare incontri/esercitazioni in tutti i quartieri e i sobborghi del Comune, da qui ai prossimi anni, da svolgersi in particolare nel corso dei mesi primaverili, estivi e autunnali, al fine di:
– rendere edotti i cittadini sui comportamenti corretti da seguire in caso di evento calamitoso;
– rilasciare a ogni nucleo familiare un vademecum/prontuario sulle emergenze;
– far conoscere ai cittadini dei vari quartieri le singole Aree di Attesa più vicine, finalizzate alla messa in sicurezza della popolazione in caso di emergenza;
– confrontarsi con gli esperti su questi temi.

Si richiede risposta scritta

Con Osservanza.

La Consigliere Comunale FI
Dott.ssa Paola Peruffo

Commenta