COMUNICATI STAMPA
Home > COMUNICATI STAMPA > La Cna piange la scomparsa di Pier Gianni Cornacchini per lunghi anni tra i dirigenti dell’Associazione e fondatore della navetta Bus & Fly

La Cna piange la scomparsa di Pier Gianni Cornacchini per lunghi anni tra i dirigenti dell’Associazione e fondatore della navetta Bus & Fly

Da Cna Ferrara

La scomparsa di Pier Gianni Cornacchini, titolare della Corbus Viaggi di Pilastri nonché stimato imprenditore, conosciuto non solo nella nostra provincia, rappresenta un grave lutto anche per la nostra Associazione che, per anni, lo ha avuto tra i propri dirigenti. Parte integrante di Cna fin dalla costituzione della sua azienda, Pier Gianni Cornacchini ha ricoperto, per oltre vent’anni, l’incarico di referente dell’Associazione provinciale Cna Trasporto Persone ed è stato, inoltre, presidente dell’Associazione di tale settore in Emilia Romagna.
La sua capacità manageriale ne ha fatto un imprenditore di successo, proteso ad allargare la propria attività oltre i confini della provincia, ma la sua intuizione più felice è probabilmente l’istituzione della navetta di collegamento tra Ferrara e l’aeroporto Marconi di Bologna, Bus & Fly. Dopo aver a lungo voluto e preparato questa impresa, riuscì finalmente a dare vita a “Bus & Fly” alla fine del 2011, grazie alla sinergia pubblico – privato, nella quale ha fortemente creduto l’assessore provinciale al Turismo dell’epoca Davide Bellotti, attuale presidente provinciale di Cna.
La realizzazione di un’impresa importante e innovativa per il territorio, densa di potenzialità per lo sviluppo del turismo e per l’economia provinciale – iniziativa in cui pochi credevano e che invece, dalla prima corsa ad oggi, ha raccolto via via successo e numeri in continua crescita – fu resa possibile dalla costituzione della rete d’imprese “Ferrara al Volo”, di cui Cornacchini è stato fino a poco tempo fa presidente, e che oggi ne assicura la continuità.
Il presidente regionale della Cna, Paolo Govoni, la Presidenza e la Direzione provinciale Cna esprimono il proprio sentito cordoglio alla famiglia e ai figli, tra i quali Leonardo, che ha raccolto il testimone dal padre Pier Gianni, nonché i suoi insegnamenti di imprenditore di straordinaria qualità.
Un ricordo affettuoso e particolare dal presidente Davide Bellotti, che ne ha condiviso l’amicizia per lunghi anni, apprezzandone l’intelligenza, la lungimiranza, la disponibilità a mettersi in gioco e a rischiare, come solo i grandi imprenditori sanno fare, nonché la grande vitalità in tutti i frangenti, tanto da stentare a credere che, oggi, non sia più qui con noi a condividere i grandi progetti che ancora aveva in embrione.

Commenta