Home > COMUNICATI STAMPA > La newsletter del 6 dicembre 2017

La newsletter del 6 dicembre 2017

Da Ufficio Stampa Comune di Ferrara

 

VIABILITA’ – Il provvedimento in vigore dalle 11.30 alle 12.30 di venerdì 8 dicembre

Modifiche al traffico in occasione della processione in onore dell’Immacolata

06-12-2017

Per consentire il regolare svolgimento della processione in onore dell’Immacolata, organizzata dalla parrocchia di Santo Spirito, venerdì 8 dicembre dalle 11.30 alle 12.30 e comunque fino al termine della manifestazione, sarà in vigore una sospensione della circolazione a tutti i veicoli lungo il percorso:

– chiesa di Santo Spirito (partenza), via Montebello, corso Porta Mare, piazza Ariostea, via Palestro, corso Giovecca, via Montebello e arrivo a S. Spirito.

Ammessi al transito, compatibilmente con le esigenze della circolazione, i veicoli dei residenti e dei fornitori delle attività artigianali e commerciali della zona.

BIBLIOTECA ARIOSTEA – Presentazione giovedì 7 dicembre alle 16,30 in via Scienze

‘Il nido d’asfalto’: la creatività di Raffaele Bonazza raccolta in un libro

06-12-2017

Raccoglie scritti e disegni di Raffaele Bonazza il libro dal titolo ‘Il nido d’asfalto. Maschere in versi di Baffo John Potter’ che giovedì 7 dicembre 2017 alle 16,30 sarà presentato nella sala Agnelli della biblioteca comunale Ariostea (via delle Scienze 17, Ferrara). Interverranno all’incontro Simonetta Sandra Maestri, Mirna Bonazza e alcuni amici di Raffaele.

LA SCHEDA a cura degli organizzatori
Poesie, aforismi, abbozzi di scritture, che il giovane Raffaele scrisse sui suoi tanti quaderni, a partire dagli anni delle scuole elementari sino ai tempi più recenti, nonché i disegni che tratteggiò, abbozzò, rincorrendo le sue immaginose intuizioni. Di straordinaria creatività e ingegno, Raffaele, probabilmente, avrebbe costruito il suo libro con maggiore originalità ma è nei proponimenti della sua famiglia, già da questo primo elaborato, riunire e portare avanti i suoi tanti progetti, pubblicandoli, diffondendoli e affidandoli ai giovani. Il libro accoglie, altresì, testimonianze di profondo affetto che gli amici di Raffaele, con scritti e illustrazioni, hanno voluto tributargli. La prefazione è una lettera aperta del papà di Raffaele, Marzio.

FONDAZIONE FERRARA ARTE – Il nuovo allestimento in programma a palazzo dei Diamanti dal 3 marzo al 10 maggio 2018

Con la mostra “Stati d’animo. Arte e psiche tra Previati e Boccioni” uno sguardo nuovo sull’arte italiana di fine Ottocento

06-12-2017

(Comunicazione a cura di Fondazione Ferrara Arte)

La mostra che aprirà i battenti al Palazzo dei Diamanti il prossimo 3 marzo si propone di posare uno sguardo nuovo sull’arte italiana di fine Ottocento. Nella rassegna verrà infatti indagata per la prima volta la poetica degli stati d’animo e con essa uno dei fondamentali apporti del nostro paese all’arte moderna.

Opere manifesto quali Ave Maria a trasbordo di Giovanni Segantini, la Maternità di Gaetano Previati, il trittico degli Stati d’animo di Umberto Boccioni, e altri importanti esiti dell’arte italiana e internazionale tra Otto e Novecento, condurranno i visitatori in un viaggio nei territori dello spirito. Si tratta di un momento cruciale per l’avvento della modernità che vede scienza e arte impegnate come mai prima nell’indagine della psiche, con gli artisti che sperimentano un nuovo alfabeto visivo capace di portare nell’opera la materia mutevole e inafferrabile degli stati d’animo.

Tra di loro figurano i protagonisti della scena artistica dell’epoca, dai maestri del simbolismo e divisionismo, come Segantini, Previati, Giuseppe Pellizza da Volpedo, Angelo Morbelli e Medardo Rosso, fino a quelli dell’avanguardia futurista, i più giovani Balla, Carrà e soprattutto Boccioni, che seppe raccogliere il testimone dalla generazione precedente e creare un linguaggio dirompente che pone “lo spettatore al centro del quadro”, per trascinarlo nella dinamica delle emozioni e nella polifonia della metropoli moderna. In questo progetto Gaetano Previati, artista di punta delle collezioni delle Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea di Ferrara, occupa un posto del tutto particolare, come infatti affermò lo stesso Boccioni: «Con lui le forme cominciano a parlare come musica, i corpi aspirano a farsi atmosfera, spirito e il soggetto è già pronto a trasformarsi in istato d’animo».

La mostra nasce proprio dalla volontà di approfondire e mettere in risalto il fondamentale ruolo giocato dall’artista ferrarese nel creare un ponte tra l’eredità dell’Ottocento e le avanguardie artistiche del nuovo secolo. L’esposizione Stati d’animo. Arte e psiche tra Previati e Boccioni è frutto di un lavoro di scavo delle fonti e di revisione critica condotto dai curatori della mostra e da un comitato scientifico composto da studiosi di fama internazionale, affiancati dagli autorevoli specialisti che collaborano al catalogo. Grazie al sostegno di grandi musei europei e americani e collezionisti privati è stato possibile ottenere prestiti del tutto eccezionali, dalla Beata Beatrix di Dante Gabriel Rossetti delle National Galleries of Scotland al Fugit Amor del Musée Rodin, dal pellizziano Ricordo di un dolore della Carrara alla Risata di Boccioni proveniente dal MoMA, e raggiungere l’obiettivo ambizioso di rileggere da un punto di vista inedito quel cruciale passaggio di secolo.

Il percorso segue i passi degli artisti nella ricerca di un alfabeto delle emozioni, muovendo dal verismo psicologico per addentrarsi in un processo di rarefazione formale che approda alla sintesi astrattiva e dinamica della pittura di stati d’animo futurista. L’ allestimento, a cura dello Studio Ravalli, che già aveva progettato con successo quello realizzato in occasione dell’esposizione dedicata all’Orlando furioso, gioca un ruolo importante nel racconto della mostra: è stato infatti studiato per creare uno spazio sospeso e immateriale immerso nell’oscurità, in modo da esaltare il potere di suggestione di dipinti e sculture e favorirne un rapporto diretto con l’osservatore. In questo contenitore rarefatto la narrazione scaturisce dal cortocircuito visivo tra le opere esposte e la sollecitazione di immagini, suoni, proiezioni che fotografano la temperie fin de siècle, tra positivismo e irrazionalismo.

Opere chiave della scena italiana e internazionale tra Otto e Novecento dialogheranno con le “interferenze” offerte dall’immaginario scientifico e culturale del tempo in un racconto tematico che attraversa gli stati d’animo: dalla melanconia all’abbandono fantastico nella rêverie, dall’abisso della paura alla liberazione delle pulsioni sessuali e degli istinti aggressivi, fino al rapimento estatico dell’amore e alla sublimazione nei sentimenti di pace e armonia universale, per chiudere sulle note frenetiche ed esaltanti prodotte dall’esperienza della città contemporanea.

STATI D’ANIMO Arte e psiche tra Previati e Boccioni Ferrara, Palazzo dei Diamanti 3 marzo – 10 giugno 2018

Organizzatori Fondazione Ferrara Arte e Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea di Ferrara A cura di Maria Grazia Messina, Fernando Mazzocca, Chiara Vorrasi Allestimento Antonio Ravalli Architetti

Aperto tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00 Aperto anche Pasqua, Lunedì dell’Angelo, 1 maggio e 2 giugno Tariffe (audioguida inclusa per i singoli visitatori, radioguida obbligatoria inclusa per i gruppi) – Intero: euro 13,00 – Ridotto: euro 11,00 – Gratuito: bambini sotto i 6 anni, disabili con un accompagnatore, giornalisti e guide turistiche con tesserino, membri ICOM, militari in divisa

Informazioni e prenotazioni tel. 0532 244949 | diamanti@comune.fe.it | www.palazzodiamanti.it

Ufficio stampa Studio ESSECI – Sergio Campagnolo tel. 049 663499 | info@studioesseci.net | www.studioesseci.net

 

Nell’immagine: Giuseppe Pellizza da Volpedo, Ricordo di un dolore (Ritratto di Santina Negri), 1889 – Bergamo, Accademia Carrara. Su concessione di Fondazione Accademia Carrara

UFFICI COMUNALI – Chiusure straordinarie per il ponte dell’Immacolata

Sabato 9 dicembre chiusi al pubblico l’Urp, lo Sportello Informastranieri, lo Sca e il Centro Unico Permessi

06-12-2017

Nella giornata di sabato 9 dicembre 2017 gli sportelli comunali dell’URP Informacittà e dello Sportello Informastranieri di via Spadari 2/2, dello SCA – Sportello Centrale di Anagrafe di via F. Beretta 1 e del Centro Unico Permessi di viale IV Novembre 9 a Ferrara rimarranno chiusi al pubblico.

INTERPELLANZA – Presentata dal gruppo Gruppo Misto in Consiglio comunale

Richiesta in merito alle feste di laurea

06-12-2017

Ecco l’interpellanza pervenuta:

– la consigliera Marescotti (Gruppo Misto in Consiglio comunale) ha interpellato il sindaco Tiziano Tagliani e l’assessore al Turismo e ai Giovani Massimo Maistoin merito alle feste di laurea.

>> Pagina riservata alle interpellanze/interrogazioni presentate dai Consiglieri comunali e relative risposte (a cura del Settori Affari Generali/Assistenza agli organi del Comune di Ferrara)

COMMSSIONI CONSILIARI – Giovedì 7 dicembre dalle 15 nella sala degli Arazzi del Municipio

Esame del Bilancio di previsione 2018-2020 dell’Istituzione Scuola

06-12-2017

La 2.a  Commissione consiliare – presieduta dalla consigliera Soriani – si riunirà giovedì 7 dicembre alle 15 nella sala degli Arazzi della residenza municipale per l’esame della delibera:- “Approvazione di un’integrazione alla convenzione REP.9726 approvata con Delibera C.C. N. 5/15 P.G.N. 90963 avente ad oggetto la concessione in uso di locali della sede dell’IIS “G.B. ALEOTTI” al Comune di Ferrara per destinarli a sede del CPIA-Centro Provinciale per l’istruzione degli adulti”.

Nella stessa sala alle 15.30, la 2.a Commissione Consiliare proseguirà i lavori in seduta congiunta con la 1.a Commissione consiliare (presieduta dal consigliere Fornasini) per valutare la delibera: – “Approvazione del Bilancio di previsione 2018-2020 e del piano programma 2018-2020 dell’Istituzione dei Servizi Educativi, scolastici e per le famiglie“.

Relatrice sarà l’assessora Cristina Corazzari.

MUSEO RISORGIMENTO – Locali inaccessibili fino a data da destinarsi per l’intervento nel cortile di corso Ercole d’Este 19

Museo del Risorgimento e della Resistenza chiuso a causa dei lavori ai Diamanti

06-12-2017

Il Museo del Risorgimento e della Resistenza di Ferrara – già chiuso nelle giornate di martedì 5 e mercoledì 6 dicembre 2017 – resterà inaccessibile per alcuni altri giorni a causa del prolungarsi dei lavori. Lo comunica la responsabile delle sale di corso Ercole I d’Este 19, spiegando che la chiusura è stata prolungata “a seguito di contrattempi dovuti ai lavori nel cortile di accesso” legati all’intervento di ristrutturazione di Palazzo dei Diamanti. La notizia della riapertura verrà comunicata appena possibile.

Per info: biglietteriamrr@comune.fe.ita.guarnieri@comune.fe.it, tel. e fax 0532 244922, pagina web www.artecultura.fe.it/147/museo-del-risorgimento-e-della-resistenza.

Commenta