Home > IL DOSSIER SETTIMANALE > LA BELLA GIOVINEZZA - n. 13 del 28/08/17 > APERTURA_13 > IL DOSSIER SETTIMANALE
L’età dell’oro della nostra vita: la giovinezza

“Tu sei giovane come la tua fede e vecchio quanto il tuo dubbio, sei giovane come la confidenza in te stesso vecchio quanto le tue paure; giovane come le tue speranze e vecchio quanto il tuo abbandono. Fin quando il tuo cuore riceve messaggi di bellezza, di gioia, di coraggio, di prudenza e di potenza, sia dalla terra, sia dall’uomo, sia dall’infinito… tu sei giovane.  Quando i fili sono tutti recisi e il tuo cuore è ricoperto dalla neve del pessimismo e dal  ghiaccio del cinismo, allora tu sei vecchio davvero e il buon Dio abbia misericordia della tua anima”.

Da “quant’è bella giovinezza che si fugge tuttavia” di Lorenzo il Magnifico ad Albert Bruce Sabin, sopra citato, in tanti hanno cantato la bellezza dell’età dell’oro della nostra vita: la giovinezza. Hanno cercato di coglierne i tratti indefiniti, gli slanci e le passioni che portano i giovani a volare o a sprofondare negli abissi. Il momento in cui tutto sembra possibile e, pur tra mille paure, ci si sente padroni del mondo.
Il giovane ha tutta la vita davanti, quel che ne farà poi lo definirà, in futuro, come uomo o donna. Anche il nostro giornale ha più volte raccontato storie di giovani: impegnati nella cultura o nel massacro dei propri genitori, attivi nel sociale o morti, innamorati, in un campo di concentramento. In questo dossier settimanale abbiamo raccolto alcune delle storie più rappresentative dell’essere giovani, ieri e oggi.

LA BELLA GIOVINEZZA. IL DOSSIER SETTIMANALE N. 13/2017 – Leggi il sommario

Commenta

Ti potrebbe interessare:
LA CITTA’ DELLA CONOSCENZA
Persi nel bosco
LA CITTA’ DELLA CONOSCENZA
La gaia scuola
I DIALOGHI DELLA VAGINA
Ricordi di amori fugaci e passioni adolescenti: medicine del presente
I RACCONTI DEL LIDO
L’assenza della vita