Home > COMUNICATI STAMPA > Lunedì 6 febbraio a Lagosanto il secondo appuntamento “I lunedì dell’agricoltura” di Confagricoltura

Lunedì 6 febbraio a Lagosanto il secondo appuntamento “I lunedì dell’agricoltura” di Confagricoltura

da: organizzatori

“Civ: ricerca e sviluppo in frago-frutticoltura”, dalle 10.00 alle 12.00, presso la “ Sala dell’Antica Pescheria” in Piazzetta dei Fiocinini a Lagosanto (Fe)

Secondo appuntamento per i “Lunedì dell’Agricoltura”, il ciclo di incontri che da tre anni Confagricoltura Ferrara dedica all’aggiornamento, innovazione e sperimentazione in agricoltura. Rivolti agli addetti del settore, l’obiettivo di questi appuntamenti – precisa Pier Carlo Scaramagli, Presidente di Confagricoltura Ferrara – è quello di offrire agli Associati un’opportunità di conoscenza e approfondimento di colture innovative grazie all’intervento di importanti professionisti e alla testimonianza di agricoltori che hanno sperimentato in campo le nuove tecniche. Dopo il primo affollato incontro dedicato al “Bambù Gigante” tenutosi a Portomaggiore, il secondo appuntamento porterà l’esperienza del Consorzio Italiano Vivaisti “CIV: ricerca e sviluppo in frago-frutticoltura” e si svolgerà lunedì 6 febbraio 2017 dalle 10.00 alle 12.00 presso la “Sala dell’Antica Pescheria” in Piazzetta dei Fiocinini a Lagosanto. Coordinatore dell’incontro Pier Carlo Scaramagli, Presidente di Confagricoltura Ferrara che introdurrà gli interventi dei qualificati relatori. Il CIV è da considerarsi in Italia il maggior centro di ricerca privato in ambito frutticolo. Silvia Salvi, Presidente Sezione Orticoltura di Confagricoltura Ferrara, parlerà delle tipologie degli impianti e delle principali varietà di fragole coltivate in vivai, evidenziando le caratteristiche delle diverse tipologie di pianta e il loro utilizzo e ne analizzerà il mercato parametrando l’estensione della produzione di fragole in Italia a quella dei maggiori Paesi in Europa. A seguire Marica Soattin, Direttore CIV, che con il suo intervento ripercorrerà la storia e le attività del CIV. Nato nel 1983 per volontà di tre soci, Vivai Mazzoni, Salvi Vivai e Tagliani Vivai, con l’intento di far fronte comune nell’ottenimento di materiale di base certificato, seguendo il protocollo di certificazione nazionale e il raggiungimento di elevati livelli di innovazione nel campo degli alberi da frutto e delle piante di fragole, il Consorzio attua le sue ricerche presso il Centro di San Giuseppe di Comacchio in collaborazione con Centri di ricerca nazionali ed internazionali.
Carmen Leida, Breeder CIV, analizzerà il programma di miglioramento genetico per nuove varietà di fragola mentre Marzio Zaccarini, tecnico agronomo del Consorzio, interverrà sul programma di miglioramento genetico del melo, iniziato nel 1988 con l’obiettivo di ottenere varietà, caratterizzate da forte potenziale commerciale e caratteristiche organolettiche, estetiche e di conservabilità dei frutti che possano permettere una produzione redditizia e sostenibile.
Con la propria attività di ricerca il CIV nel corso degli anni ha rilasciato nel mercato 37 varietà di fragola e 21 varietà di mele. Di queste ultime, due sono gestite come Club e commercializzate con i marchi registrati Modì e Rubens. L’incontro di lunedì 6 febbraio è libero e aperto al pubblico.

Commenta