Home > INTERVENTI > microletture significative

microletture significative

Da Paolo Giardini

Troppo bello!

Modestia a parte, sono un lettore veloce (l’unica qualità che mi riconosco), ma il giorno 9/07/2017 – anno VIII E.T. – ho battuto ogni record di rapidità facendomi bastare l’occhiata di una frazione di secondo sulla pagina aperta su un articolo-intervista di un giornale locale per coglierne il sunto mirabilmente compendiato in questa riga:
“Ospedale e Palaspecchi scommesse vinte”.
Dopo di che era inutile indugiare sulla pagina, sapendo già che vi avrei trovato le solite dichiarazioni con quantità omeopatiche di verosimiglianza con la realtà cittadina. Però debbo riconoscere che grazie a questa storica affermazione, assai più sconsiderata del: “Abbiamo spezzato le reni alla Grecia!” (*) che Mussolini ha dimenticato di annunciare nel maggio del 1941 – anno XIX E.F. , il godimento tratto dalla nanolettura comunque c’è stato. Più o meno come a leggere un bollettino di Guerra di questo tenore: “Un nostro incrociatore in navigazione nel Mediterraneo ha speronato un siluro nemico, affondandolo!”.
Il trionfale annunciatore di scommesse vinte tuttavia, omettendo di inserire nella lapidaria frase “Carife” e “GAD” fra “Ospedale” e “Palaspecchi”, è stato troppo sintetico, forse per insopprimibile necessità esistenziale. L’esercizio della moderazione, si sa, è virtù dei grandi.

Paolo Giardini
Ferrara 10/07/17 – Anno VIII E.T.

(*) Precisazione: se nel maggio del ’41 ci fosse stato tale annuncio sarebbe risultato sincero. Perché il plurale di “abbiamo” consente di includere i tedeschi, i veri spezza-reni, corsi in aiuto agli italiani risospinti fino dentro l’Albania che le stavano buscando dai greci.

Commenta