Home > ACCORDI - il brano della settimana > Per strada… la vita spensierata dei defunti in un giorno come tanti

Per strada… la vita spensierata dei defunti in un giorno come tanti

Il tempo, una vita, tutte le vite vissute e non. Il tempo passato, la memoria, le immagini in bianco e nero, i sogni. Ciò che è stato, esistito in carne ed ossa, poi estinto per sempre ma vivo nei nostri pensieri vaganti. Tutto questo lo porta la musica.
Nel mio caso, questa musica: La Femme d’Argent.
Vi voglio raccontare di un giorno in cui uno sconosciuto operatore monta nella cabina di un tram una cinepresa nuova di zecca, un prodigio tecnologico dell’epoca.
Siamo a San Francisco, è il 14 aprile del 1906, il tram parte e la cinepresa comincia a filmare. La strada da percorrere è lunga, spaziosa e dritta. Si tratta di Market Street, strada che da quel giorno in poi diventerà la via più famosa di San Francisco. Si vedono le prime automobili passare a destra e a sinistra, sono ancora una sorta di carrozzoni a motore, poi altri tram che incrociano quello che sta filmando; poi ancora carrozze vere e proprie con tanto di cavalli, carri di ogni tipo trainati da buoi e altri cavalli. In mezzo biciclette e tantissima gente che cammina, attraversa la strada, si ferma a guardare, e diversi ragazzini che corrono e schiamazzano facendo smorfie alla cinepresa.
Siamo appena sbarcati nel ventesimo secolo, con tutto l’ingenuo entusiasmo della gente che si trova a vivere nell’era della modernità, un nuovo mondo fatto di invenzioni strabilianti, pieno di promesse e speranze. Eppure si respira ancora il clima del secolo precedente, in fondo l’idea di modernità nasce proprio nell’Ottocento come tutte le persone che si vedono nel filmato.
Ora, nessuna di quelle persone esiste più!
Il 18 aprile del 1906, quattro giorni dopo, San Francisco viene colpita da uno dei terremoti più devastanti degli ultimi cento anni. L’epicentro viene individuato proprio nella penisola metropolitana della città e provoca diverse scosse che culminano con quella più distruttiva di magnitudo 8.3 della scala Richter.

Market Street, il 18 aprile 1906


Il cataclisma provoca migliaia di morti, la maggior parte dei quali non per i crolli degli edifici ma per gli incendi che divampano immediatamente dopo (all’epoca le case avevano quasi tutte la struttura in legno). Interi quartieri della città vengono letteralmente spazzati via dal fuoco che divamperà per giorni prima di essere finalmente domato. Quasi mezzo milione di abitanti rimane senza casa, e molti di questi saranno costretti a rifugiarsi nella vicina Oakland, dall’altra parte della baia.
Quante delle persone riprese nel filmato perderanno la vita quattro giorni dopo? Di certo non possiamo saperlo. E forse, dopo centodieci anni, poco importa saperlo.
Un pullulare di vita, spensierata, frenetica, ingenuamente ottimista, estinta…
Era il 1906, in una strada di San Francisco chiamata Market Street.

La Femme d’Argent (Air, 1998)

Filmato originale integrale coi suoni di sottofondo

La Femme d’Argent (Air, 1998) nella versione della registrazione video del 2008

La Femme d’Argent (Air, 1998) in un live su Canal+ del 2016

Commenta

Ti potrebbe interessare:
L’uomo del fiume
DIARIO IN PUBBLICO
Omaggio a Martha Argerich
I DIALOGHI DELLA VAGINA
Regali dal passato…
LA CITTA’ DELLA CONOSCENZA
Una città da sfogliare