Home > COMUNICATI STAMPA > Riunione in Prefettura del Gruppo di lavoro che coordina le azioni della rete provinciale contro la violenza verso donne e minori.

Riunione in Prefettura del Gruppo di lavoro che coordina le azioni della rete provinciale contro la violenza verso donne e minori.

Da ufficio stampa Prefettura di Ferrara

Questa mattina presso la Prefettura si è svolto un incontro del gruppo di lavoro per l’attuazione del “Protocollo d’intesa per la promozione di strategie condivise finalizzate alla prevenzione ed al contrasto del fenomeno della violenza nei confronti delle donne e dei minori”, attivo da novembre 2009 cui hanno partecipato i rappresentanti dei diversi Enti firmatari.
Nel corso della riunione, si è condiviso il monitoraggio delle attività coordinate a livello di rete interistituzionale finalizzate a contrastare il fenomeno della violenza di genere e le situazione di maltrattamento contro donne e minori secondo prassi operative omogenee sul territorio provinciale
Sono stati individuati inoltre, alcuni progetti da realizzare nel corrente anno, sempre in un’ottica di lavoro multidisciplinare e continuativo, fra i quali si segnala l’elaborazione di Linee guida per un efficace interscambio di informazione fra i vari Uffici giudiziari coinvolti dai procedimenti civili connessi a situazioni di maltrattamento contro donne e minori. Questa azione sarà avviata in stretta collaborazione con i vertici dell’Autorità Giudiziaria, come sottolineato dal Presidente del Tribunale di Ferrara Dr.ssa Rosaria Savastano, dalla Procuratrice della Repubblica di Ferrara, Dr.ssa Patrizia Castaldini, e dalla Procuratrice Minorile di Bologna, Dr.ssa Silvia Marzocchi, oggi presenti all’incontro.
Infine, sul versante della fondamentale azione di formazione permanente degli operatori dei vari enti, è stato illustrato dalla Dr.ssa Paola Castagnotto dell’AUSL di Ferrara, il programma di eventi e incontri formativi che l’Azienda realizzerà nel 2018, quale capofila per la specifica azione legata al Piano Regionale triennale e che sarà fruibile anche per tutti gli operatori della rete provinciale.
Il tavolo, che si riunirà con cadenza trimestrale, si ripropone a tal proposito di coinvolgere in modo organico nelle proprie attività di raccordo operativo anche i Distretti socio sanitari quali snodi essenziali del complessivo sistema di protezione delle vittime di violenza.

Commenta