Home > COMUNICATI STAMPA > A Bologna si vaccina anche di sera, fino alle 22: in programma altre 200 somministrazioni per ogni sessione aggiuntiva

A Bologna si vaccina anche di sera, fino alle 22: in programma altre 200 somministrazioni per ogni sessione aggiuntiva

Tempo di lettura: 3 minuti

Coronavirus. A Bologna si vaccina anche di sera, fino alle 22: in programma altre 200 somministrazioni per ogni sessione aggiuntiva. Donini: “Disponibilità non scontata da parte del personale. Grazie a loro, un vaccino alla volta, ci avviciniamo al ritorno alla normalità, senza però abbassare la guardia”

Prima sessione serale nel punto vaccini della Fiera in programma lunedì 11 gennaio, si ripete anche il 15. Nuovi turni dedicati a categorie specifiche come le direzioni sanitarie, il personale sanitario di forze dell’ordine ed esercito, psicologi e assistenti sociali del Comune di Bologna

Bologna – Continua a potenziarsi la macchina vaccinale dell’Emilia-Romagna: a partire da lunedì 11 gennaio l’Azienda Usl di Bologna inizierà infatti a vaccinare anche di sera, estendendo l’orario di attività del punto vaccini della Fiera fino alle 22.

Sarà così possibile vaccinare fino a 200 persone in più per ogni turno serale: dopo quello di lunedì, il successivo è in programma venerdì 15 gennaio. Una scelta che da una parte permette di aderire in maniera ancora più stringente al cronoprogramma delle somministrazioni previste per i primi aventi diritto, cioè personale della sanità e operatori e ospiti delle strutture socio-assistenziali, dall’altra pone le basi per un corretto ed efficace svolgimento delle fasi successive della campagna vaccinale, che nei prossimi mesi riguarderà sempre più cittadini.

“In ogni fase di questa pandemia che ormai dura da quasi un anno ho sempre avuto la certezza che l’impegno e la disponibilità del nostro personale sanitario facesse la differenza- dichiara l’assessore alle Politiche per la salute Raffaele Donini-, e anche oggi ne ho la riprova: dopo mesi difficili, di impegno costante in prima linea, non era scontato trovare donne e uomini disposti a farsi carico di ulteriore lavoro”.

“Ma la sanità dell’Emilia-Romagna è una eccellenza proprio perché sono eccezionali le persone che vi lavorano: io non posso fare altro che ringraziarli- conclude Donini-, e ricordare a tutti che proprio per non vanificare gli sforzi dei nostri operatori è importante non abbassare la guardia e continuare a seguire tutte le misure di sicurezza. Un vaccino alla volta ci avviciniamo al ritorno alla normalità”.

L’Asl di Bologna in particolare ha scelto di dedicare questi nuovi turni aggiuntivi di vaccinazione ad alcune categorie specifiche, come le direzioni dell’Ausl stessa, dell’Istituto ortopedico Rizzoli e del policlinico Sant’Orsola, il personale degli uffici sanitari delle forze dell’ordine, dell’esercito e dell’Inail, gli assistenti sociali e gli psicologi del Comune di Bologna insieme ai rappresentanti delle associazioni dei pazienti e di quelle di volontariato attive negli ospedali.

L’andamento della campagna vaccinale in tutta l’Emilia-Romagna è aggiornato in tempo reale sul nuovo portale tematico della Regione, dove è possibile seguire tutti i progressi nelle somministrazioni:

https://salute.regione.emilia-romagna.it/vaccino-anti-covid.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi