Home > COMUNICATI STAMPA > A Ferrara arriva il tour nazionale dell’UGL “Il Lavoro Cambia anche Noi!” verso il Primo Maggio.

A Ferrara arriva il tour nazionale dell’UGL “Il Lavoro Cambia anche Noi!” verso il Primo Maggio.

Tempo di lettura: 3 minuti

 

Mercoledì 21 aprile arriva a Ferrara, in via Eridano, Zona Petrolchimico alle ore 16.30, la ventunesima tappa del tour itinerante promosso dall’UGLa bordo di un bus, in occasione della Festa del Lavoro col motto “Il Lavoro Cambia anche Noi!”. Il sindacato ha deciso di essere al fianco dei lavoratori con 30 appuntamenti che si snoderanno lungo l’Italia e che si concluderanno sabato primo maggio a Milano. 

 L’obiettivo è quello di raggiungere nei singoli territori i propri iscritti, i dirigenti e tutti i lavoratori alle prese con una crisi economico-sociale che sta acuendo le disuguaglianze. All’incontro, tra gli altri, prenderanno parte: Paolo Capone, Segretario Generale dell’UGL, Tullia Bevilacqua, Segretario Regionale UGL Emilia e Romagna e Federico Donato, Segretario UTL Ferrara.

 L’idea nasce dalla volontà dell’UGL di rivendicare la centralità del lavoro, andando nelle piazze, nelle fabbriche e nelle realtà produttive di tutto il Paese. 

 «Siamo qui a Ferrara perché questo distretto rappresenta una fra le filiere agroalimentari più importanti della Regione con tantissime aziende che operano nel settore e con migliaia di lavoratori coinvolti. La tenuta dei redditi da lavoro autonomo è fondamentale e oggi i sussidi pubblici sono sicuramente importanti, ma serve semplificare e tracciare. Bisogna utilizzare la leva fiscale per favorire i processi di aggregazione sul territorio, le attività di trasformazione e il consumo consapevole da parte dei cittadini. È inoltre decisivo il potenziamento delle infrastrutture materiali e immateriali per ottimizzare il consumo di risorse e per permettere il trasporto dei prodotti così come il coinvolgimento e la responsabilizzazione della GDO all’interno della filiera agroalimentare italiana al fine di tutelare il valore e il lavoro nel settore. Inoltre siamo certi che se Il Ministero delle Politiche Agricole attivasse un canale con gli enti locali per favorire e sostenere la costituzione di mercati a chilometro zero e la consegna a domicilio, questa aiuterebbe notevolmente tutto il settore. Una grande opportunità infine potrebbe derivare dai fondi del PNRR sulla digitalizzazione che potrebbe rendere efficace l’e-commerce, sostenendo le imprese nella transizione digitale e riducendo il digital divide nei territori a vocazione agricola». Lo hanno dichiarato in una nota congiunta il Segretario Generale UGL, Paolo Capone e Tullia Bevilacqua, Segretario Regionale UGL Emilia. 

 Dopo Roma, Napoli, Messina, Reggio Calabria, Matera, Brindisi, Bari, Campobasso, San Salvo, Pescara, L’Aquila, Frosinone, Fiumicino, Cagliari, Rieti, Terni, Arezzo, Firenze, Casette D’Ete, Ancona e Ferrara il viaggio lungo le realtà italiane proseguirà a Venezia, Trieste, Monfalcone, Verona, Trento, Riva del Garda, Genova, Aosta, Torino e Milano.

 

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi