Home > COMUNICATI STAMPA > A Unife arriva una delegazione brasiliana dell’Università di Curitiba per celebrare quindici anni di collaborazione

A Unife arriva una delegazione brasiliana dell’Università di Curitiba per celebrare quindici anni di collaborazione

Tempo di lettura: 3 minuti

da: ufficio Comunicazione ed Eventi Unife

Unife sempre più internazionale. Dal 24 al 28 marzo arriva infatti all’Università di Ferrara una delegazione brasiliana composta da due Pro Rettori e da diciotto Professori della Pontificia Università Cattolica del Paranà di Curitiba in Brasile, per celebrare quindici anni di proficue e sempre più articolate relazioni istituzionali fra le due Università.
Lunedì 24 marzo alle ore 10 nel Complesso di Santa Lucia, (via Ariosto, 35), si svolgerà la cerimonia di benvenuto alla presenza del Rettore Pasquale Nappi, del Prof. Paolo Ceccarelli, primo promotore delle relazioni con l’Università di Curitiba e tra i fondatori della Facoltà di Architettura di Ferrara nel 1991, e di Professori Unife.
“Si tratta di un momento di grande importanza per le due Università – afferma il Prof. Gianfranco Franz del Dipartimento di Economia e Management – E’ la prima visita ufficiale di una così numerosa delegazione brasiliana per consolidare questa importante collaborazione che ha dato vita negli anni a quattro Corsi di Laurea a doppio titolo già sottoscritti e attivi in Architettura, Design Industriale, Economia e Management, un corso che sarà sottoscritto proprio il 24 marzo grazie alle recenti relazioni fra i due Dipartimenti di Studi Umanistici, e uno in fase di prima discussione in Scienze Farmaceutiche”.
“Non solo – prosegue Franz – Lo scambio di studenti, secondo modalità simili a quelle del programma Erasmus, vede da alcuni anni una forte presenza di brasiliani a Unife, dai 30 ai 50 per anno, nei corsi di laurea di Architettura, Medicina, Giurisprudenza, Economia, Farmacia. Grazie a queste intense attività di scambio oggi Unife è il primo partner accademico della Pontificia, una delle più importanti Università private e confessionali del Brasile, mentre il nostro Ateneo è il primo in Italia per numero di corsi di laurea a doppio titolo con il più importante paese dell’America Latina, dove vivono circa 30 milioni di oriundi italiani e Curitiba, dopo San Paolo, è la città più ‘italiana’ del Brasile, come è dimostrato dai cognomi dei colleghi d’oltreoceano in visita a Ferrara: Casella, Trevilatto, Mira, Nigro, Maiolino, Bonametti, Gnoato, Candiotto, Bordin”.
Dal 24 al 28 marzo, nel corso degli incontri che si svolgeranno nei Dipartimenti di Architettura, Economia e Management, Studi Umanistici e Scienze della vita e biotecnologie, saranno avviate ulteriori forme di collaborazione sul piano della ricerca, dei dottorati e dello scambio di professori.
“Non bisogna scordare, infatti – commenta Franz – che il Governo Federale del Brasile dal 2009 finanzia 75.000 borse di dottorato per aumentare l’internazionalizzazione dei propri giovani ricercatori e che l’Italia è, fra i principali paesi europei, quello che riceve il minor numero di dottorandi brasiliani. Inoltre, particolarmente importante è lo sviluppo di progetti di ricerca in cui siano presenti anche partner brasiliani considerando il fatto che in molti dei progetti finanziabili dall’Unione Europea il Brasile figura come paese terzo o, addirittura, come potenziale coordinatore”.
Gli architetti e gli urbanisti della Pontificia parteciperanno, inoltre, alla XXI edizione del Salone del Restauro, dove, venerdì 28 al pomeriggio, interverranno alla presentazione di una importante ricerca finanziata dalla Confindustria brasiliana, sull’intero settore del restauro in Brasile, dalla formazione universitaria alla mano d’opera, dai valori immobiliari alle imprese specializzate. La ricerca, che sarà presentata dai Prof. Claudio Maiolino della Pontificia e Gianfranco Franz, sarà illustrata al Governo brasiliano nella capitale federale a fine estate 2014.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi