Home > IL QUOTIDIANO > L’INTERVENTO
Abbiamo perso
Tempo di lettura: 3 minuti

da: Elias Becciu

Niente, lo devo davvero dire, a costo di risultare prolisso. ABBIAMO PERSO
Abbiamo perso come cattolici, abbiamo perso come politici, abbiamo perso come società, abbiamo perso come individui.
Abbiamo perso come cattolici, non vinto, perso su tutta la linea. Perché ci siamo trincerati dietro qualche trucco di retorica, un paio di fallace argomentative, mescolando tutto con un paio di carriolate di sano allarmismo psico-sociale, per portare a casa cosa poi? la “perdente” convinzione che imporre differenze tra realtà sociali sia equivalente a formare ad un determinato valore una società, e che quello che gli altri non possono avere rafforzi il senso di ciò che noi abbiamo… da cattolico non trovo dove sia in tutto questo il valore del mio sacramento e non sento che sia più forte il senso del “mio” matrimonio oggi, né avverto particolare sollievo per il pericolo scampato dalla mia famiglia, e non credo che intorno a me oggi questo mio valore sia diventato più forte, anzi.
Abbiamo perso come politici perché qualunque sia stato il risultato siamo entrati in un dibattito che si muove attraverso gli ambiti più preziosi delle nostre vite con la delicatezza con cui mio figlio devasta tranquillamente le sue costruzioni di gomma: con la serena ingenuità di chi crede non ci saranno particolari conseguenze sulle cose che lo riguardano e a cui tiene. Peccato che qui non maneggiassimo morbidi cubi di silicone… Abbiamo perso perchè abbiamo tirato muri così alti e solchi così profondi tra le chiacchiere e la realtà che ci sarà da lavorare il triplo e spalmare quintali di pomata sulle piaghe che abbiamo aperto. Abbiamo perso come società e come adulti perchè fatta la tara di tutte le storie che abbiamo vomitato in giro, una volta guardato dentro noi stessi, io lo so che alla fine dietro tutto il punto è che permane la pericolosa, tacita equazione omosessuale=pervertito con l’annesso corollario =pedofilo. Perchè questo è il punto: “difendiamo i nostri bambini” da questi pervertiti, che vedrai che alla fine vogliono i bambini per abusare di loro. Ed è questo schifo che è il vero fallimento, che rivela tutta l’ottusità e miopia di noi, adulti, cattolici e cittadini. Che abbiamo lottato con le unghie e con i denti, barcamenandoci tra studi di psicologia su “effetti nei bambini cresciuti con coppie omogenitoriali” e generatori automatici di emendamenti soltanto perché abbiamo paura. Abbiamo perso amici, tutti, nella giornata della fiera della vittoria dell’amore abbiamo veramente fatto pena. Domani ricominceremo, sperando solo di non combinare di peggio.

Commenta

Ti potrebbe interessare:
CIO’ CHE IL COVID-19 CI HA PERMESSO DI VEDERE MEGLIO
LA FAMIGLIA DI TUTTI?
Le ultime parole di Papa Francesco
SCHEI
Yes we can? No, we can’t: il mito della meritocrazia
FERRARA. UNA NUOVA IDEA DI CITTA’:
puntare su Cultura e Conoscenza per una Cittadinanza Attiva

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi