Home > ACCORDI - il brano della settimana > ACCORDI
Born To Lose.
Il brano di oggi…

ACCORDI
Born To Lose.
Il brano di oggi…

Tempo di lettura: 3 minuti

Ogni giorno un brano intonato alla cronaca selezionato e commentato dalla redazione di Radio Strike.

[per ascoltarlo cliccare sul titolo]

Lonely Planet Boy di Johnny Thunders.

In mezzo a tutti ‘sti accordi e abbracci vari di cui leggo sui giornali – accordi sulla Grecia, accordi sul nucleare iraniano, l’abbraccio della sonda con Plutone ma soprattutto l’abbraccio dei fan di vascorossi con il caldo e la coda per entrare al suo concerto a Padova una cosa su tutte mi ha colpito: l’abbraccio di un fan in coda con un grande classico, l’eroina.
Ebbene sì, questo tipo ha pensato di farsi un buco proprio nel bel mezzo della fila per i biglietti davanti a centinaia di persone.
Una cosa un bel po’ grottesca.
A me una cosa simile è capitata mentre aspettavo l’autobus in stazione qualche anno fa e, vedi te il caso, avevo in cuffia la banana dei Velvet Underground e di nuovo, vedi te il caso, il pezzo che stava andando in quel momento era “Heroin”.
Il tipo si era sparato la sua pera e stava attraversando la strada in direzione di quel portico quadrato sotto cui, come sa chiunque bazzichi Ferrara, all’epoca (o anche adesso?) c’era un distributore di siringhe.
In quel momento mi sono sentito un po’ strano perché sì “Christiane F.” l’abbiamo visto tutti, “Drugstore Cowboy” l’ho visto almeno tre volte, “il Pasto Nudo” l’ho letto a 13 anni e “Please Kill Me” me lo leggo ogni mattina in bagno, ma non mi era mai capitato di vedere quella cosa nel mondo reale.
E quella volta così, d’istinto “Heroin” l’ho mandata avanti.
Però oggi è anche il compleanno di John Anthony Genzale Jr. a.k.a. Johnny Thunders, uno dei più celebri italiani all’estero straight from Calabria dritto a New York e ancora meglio ai New York Dolls e poi agli Heartbreakers.
Non entrerò nei dettagli sulla sua vita ma mi limiterò a sottolineare quella cosa azzeccata che Wayne Kramer, proprio in “Please Kill Me” disse riguardo a lui: riusciva sempre a strappare la sconfitta dalle fauci della vittoria.
Più o meno.
E infatti diventò un peromane per calmarsi la paranoia da anfe.
Quindi oggi un classicone dei NY Dolls, in versione decisamente calmata, dritta dal mio album preferito del Johnny Thunders solista.

Selezione e commento di Andrea Pavanello, ex DoAs TheBirds, musicista, dj, pasticcione, capo della Seitan! Records e autore di “Carta Bianca” in onda su Radio Strike a orari reperibili in giorni reperibili SOLO consultando il calendario patafisico. xoxo <3 Radio Strike è un progetto per una radio web libera, aperta ed autogestita che dia voce a chi ne ha meno. La web radio, nel nostro mondo sempre più mediatizzato, diventa uno strumento di grande potenza espressiva, raggiungendo immediatamente chiunque abbia una connessione internet.
Un ulteriore punto di forza, forse meno evidente ma non meno importante, è la capacità di far convergere e partecipare ad un progetto le eterogenee singolarità che compongono il tessuto cittadino di Ferrara: lavoratori e precari, studenti universitari e medi, migranti, potranno trovare nella radio uno spazio vivo dove portare le proprie istanze e farsi contaminare da quelle degli altri. Non un contenitore da riempire, ma uno spazio sociale che prende vita a partire dalle energie che si autorganizzano attorno ad esso.

radio@radiostrike.info
www.radiostrike.org

Commenta

Ti potrebbe interessare:
Rosa d’autunno
IL DOSSIER SETTIMANALE
Accordi: la musica da ascoltare… e da leggere
Dentro l’ufficio collocamento dell’Isis
totem arti festival 2016
LA SEGNALAZIONE
Con il Totem Arti Festival un’oasi di arti sulle rive del Po

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi