COMUNICATI STAMPA
Home > ACCORDI - il brano della settimana > ACCORDI
La mia buona scuola.
Il brano di oggi…

ACCORDI
La mia buona scuola.
Il brano di oggi…

Tempo di lettura: 3 minuti

Ogni giorno un brano intonato alla cronaca selezionato e commentato dalla redazione di Radio Strike.

[per ascoltarlo cliccare sul titolo]

1969 di The Stooges.

Quindi alla fine pare sia passata ‘sta riforma della scuola.
Anzi, senza pare perché è passata proprio e le pare arriveranno adesso.
Confesso di averci capito poco come sempre o almeno devo ammettere che non è il mio campo.
Ogni volta che sento parlare di scuola o istruzione o educazione sono sempre perplesso.
Forse un po’ per la mie esperienze all’interno del sistema educativo e forse un po’ per un naturale pessimismo/scetticismo che il buon Dio mi ha fornito in dotazione parecchio tempo fa.
Di sicuro è un argomento complesso e di sicuro è meglio che io me ne tenga fuori.
Per come l’ho sempre percepita io la scuola è una cosa che ti becchi sul groppone dai 6 anni di età, nient’altro. Sì, poi c’è quel momento in cui a 13 ti dirottano verso un altro stabilimento e lo devi scegliere tu.

Ovviamente ho anche dei bei ricordi. Ma forse si limitano alla prof di sostegno di una mia compagna delle medie che entra in classe con una borsa di dischi degli Stones.
Diciamo che dalla scuola ho imparato a interessarmi al r’n’r degli anni ’60/’70 integrandolo alla mia dieta a base di Nirvana e Aerosmith.

Ricordo anche un giorno in cui durante una noiosissima ora di algebra alle superiori presi la decisione di imparare a suonare la chitarra. Non propriamente un compito del sistema scuola.
Ma è un discorso vecchio come il Giovane Holden direi. Un po’ una palla, vero?

C’è un mondo brutto e cattivo là fuori e forse la scuola è questo: un buffet con tanti assaggini che anticipano anche gli aperitivi a cui dovrai essere preparato per una tua eventuale carriera universitaria.

Brindiamo quindi a questa bella americanata di riforma con il classico ritardo di 20 anni e ridiamo perché persino in America approcci come questo iniziano a essere messi in discussione.
A un classico si risponde con un classico.

Selezione e commento di Andrea Pavanello, ex DoAs TheBirds, musicista, dj, pasticcione, capo della Seitan! Records e autore di “Carta Bianca” in onda su Radio Strike a orari reperibili in giorni reperibili SOLO consultando il calendario patafisico. xoxo <3 Radio Strike è un progetto per una radio web libera, aperta ed autogestita che dia voce a chi ne ha meno. La web radio, nel nostro mondo sempre più mediatizzato, diventa uno strumento di grande potenza espressiva, raggiungendo immediatamente chiunque abbia una connessione internet.
Un ulteriore punto di forza, forse meno evidente ma non meno importante, è la capacità di far convergere e partecipare ad un progetto le eterogenee singolarità che compongono il tessuto cittadino di Ferrara: lavoratori e precari, studenti universitari e medi, migranti, potranno trovare nella radio uno spazio vivo dove portare le proprie istanze e farsi contaminare da quelle degli altri. Non un contenitore da riempire, ma uno spazio sociale che prende vita a partire dalle energie che si autorganizzano attorno ad esso.

radio@radiostrike.info
www.radiostrike.org

Commenta

Ti potrebbe interessare:
Se in tutto il mondo la Scuola facesse la Rivoluzione
Istruzione: l’utopia necessaria
DI MERCOLEDI’
La coincidenza di chiamarsi Marco(valdo).
SCUOLA:
DAI NATIVI DIGITALI ALLA NEXT GENERATION

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi