Home > PARTITI & DINTORNI > Ad ottobre il referendum per Ro-Berra e Tresigallo-Formignana – Calvano e Zappaterra: “processi naturali che avvicinano comunità simili”

Ad ottobre il referendum per Ro-Berra e Tresigallo-Formignana – Calvano e Zappaterra: “processi naturali che avvicinano comunità simili”

Tempo di lettura: 2 minuti

Fusioni | Calvano e Zappaterra: “processi naturali che avvicinano comunità simili”
Ad ottobre il referendum per Ro-Berra e Tresigallo-Formignana

Oggi al centro della commissione bilancio in Regione Emilia Romagna il tema delle fusioni dei comuni. Gli amministratori dei comuni di Berra, Ro, Formignana e Tresigallo hanno incontrato i consiglieri regionali Paolo Calvano e Marcella Zappaterra per fare il punto sui progetti di fusione.
«La fusione tra i comuni di Berra e Ro da un lato e quella tra Formignana e Tresigallo dall’altro è quasi fisiologica – dicono Calvano e Zappaterra –. Si tratta di comunità che già dal 2009 condividono i servizi in forma unificata all’interno dell’Unione Terre e Fiumi. Sono territori simili sia dal punto di vista delle esigenze della popolazione che delle attività produttive che li contraddistinguono. Il prossimo passo sarà quello di discutere i progetti di legge in consiglio regionale nella sessione di luglio, poi l’ultima parola certamente spetterà ai cittadini tramite il referendum, che presumibilmente si terrà il 7 ottobre».
Con queste fusioni delle municipalità i nuovi comuni riceveranno rispettivamente nell’arco di 10 anni, circa 12 milioni di euro per Formignana-Tresigallo e circa 15 milioni di euro per Berra-Ro.
«Non si tratta però solamente di ricevere risorse – aggiungono Calvano e Zappaterra –, ma di creare un volano di sviluppo in questi territori che sempre più faticano a garantire servizi singolarmente. La volontà degli amministratori è quella di dare risposte concrete alla cittadinanza, garantendo i servizi esistenti ed investendo per migliorarli, senza perdere però i tratti distintivi dei territori. Si tratta di comuni limitrofi con attività produttive e popolazioni simili. Formignana e Tresigallo erano già un comune unico e Ro e Berra rappresentano un punto strategico che collega la città di Ferrara al Parco del Delta. Per questo non si tratta di fusioni decise a tavolino politicamente ma di processi naturali che avvicinano le comunità e le rendono più competitive se unite».

In foto da sx: sindaco Antonio Giannini (Ro), sindaco Laura Perelli (Formignana), consigliere Marcella Zappaterra, assessore Stefano Giglioli (Tresigallo), vicesindaco Filippo Barbieri (Berra), consigliere Paolo Calvano

Ufficio Stampa Gruppo Partito Democratico – Assemblea Legislativa Emilia-Romagna

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi