Home > COMUNICATI STAMPA > Aggressione verso due agenti a Lido Pomposa

Aggressione verso due agenti a Lido Pomposa

Tempo di lettura: 2 minuti

da: ufficio stampa Comune di Comacchio

Momenti di forte tensione ieri sera per una pattuglia della Polizia Municipale impegnata nei servizi di prevenzione e repressione dell’abusivismo commerciale. Gli agenti durante il controllo della Zona a Traffico Limitato di Lido Pomposa, alle ore 22:00 circa, sono stati avvicinati da un cittadino che segnalava alcuni venditori abusivi extracomunitari, i quali, alla vista della pattuglia, avevano nascosto la loro merce tra le auto in sosta a poco distanza. Gli agenti hanno subito iniziato ad ispezionare la zona indicata e tra un’auto e una siepe che delimita il marciapiede, in un’area poco illuminata, hanno notato un borsone ed un telo nascosti. Nel momento in cui l’agente si è avvicinata per recuperare la merce, un giovane extracomunitario l’ha scaraventata a terra con forza, strattonandola ripetutamente e cercando di riappropriarsi della mercanzia. L’aggressione si è protratta anche dopo l’arrivo del secondo agente che stava ispezionando l’area, tanto che si è reso necessario per entrambi l’utilizzo dei dispositivi di difesa in dotazione della Polizia Municipale. Il giovane extracomunitario è stato a questo punto temporaneamente immobilizzato, ma dimenandosi è riuscito a darsi alla fuga abbandonando la merce.
Numerosi gli extracomunitari che nel frattempo inveivano contro gli agenti e cercavano solidarietà anche tra i passanti. I due vigili sul posto hanno, perciò, richiesto un intervento di rinforzo e sono giunte in loro soccorso una pattuglia della Municipale e una dei Carabinieri. Quest’ultimi sono riusciti ad identificare l’extracomunitario autore dell’aggressione, F. S. di 35 anni di nazionalità senegalese e residente nella bergamasca, sopragiunto nuovamente sul luogo. Il giovane, sprovvisto di documenti, è stato foto segnalato all’interno della Compagnia dei Carabinieri dal personale del Nucleo Operativo Radiomobile e poi denunciato presso il Comando di Polizia Municipale per i reati di resistenza a pubblico Ufficiale e detenzione di merce contraffatta. Tutti i capi d’abbigliamento, le scarpe e gli accessori, sono stati sequestrati a disposizione dell’autorità Giudiziaria.

IL COMANDANTE
(Dott. Paolo Claps)

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi