Home > COMUNICATI STAMPA > Al Vinitaly 2016 “è nato” il Fortana Bio

Al Vinitaly 2016 “è nato” il Fortana Bio

Tempo di lettura: 3 minuti

da: Pierluigi Papi

Nasce il Fortana Bio, frutto di un accordo tra Tenuta Garusola-Coop. G. Bellini e Mattarelli Vini.
Oggi (n.d.r 11 aprile 2016) al Vinitaly di Verona, all’interno del Padiglione 1 gestito da Enoteca Regionale Emilia Romagna, si è tenuta una conferenza stampa-degustazione per la presentazione del Fortana bio dalle Sabbie del Bosco Eliceo, organizzato dal Consorzio Tutela Vini DOC Bosco Eliceo, Tenuta Garusola e Mattarelli Vini.

Il territorio che ospita questi vitigni è caratterizzato da elementi di specificità che lo rendono unico nel suo genere grazie alla commistione tra ambiente umido, nebbie, aria e terreno salmastri che conferiscono ai quattro vini D.O.C. del Bosco Eliceo un profumo e un sapore affascinanti e perfettamente distinguibili.

Grazie ad un accordo tra Tenuta Garusola-Coop. G. Bellini e Mattarella Vini, nel 2008 sarà disponibile sul mercato, in 100mila bottiglie, un Fortana bio dalle Sabbie del Bosco Eliceo, per la cui produzione sono stati già predisposti 120 ettari di vigneti appositamente convertiti – appartenenti alla Tenuta Garusola – in cui la cooperativa Giulio Bellini di Filo d’Argenta rafforzerà la sua posizione di leadership nel settore del biologico.
Presso le Cantine Mattarelli di Vigarano Mainarda, invece, è stato aperto un nuovo stabilimento con una capacità di stoccaggio di 5000 ettolitri e una linea d’imbottigliamento da 2500 bottiglie all’ora. Forti dell’ottenimento delle certificazioni ISO 9001 e 22000, si miglioreranno ulteriormente anche le tecniche di produzione e la qualità dei vini.

Al convegno erano presenti, tra gli altri, il Presidente di Enoteca Regionale Emilia Romagna, Pierluigi Sciolette e Sante Baldini e Emanuele Mattarelli, rispettivamente presidente della Cooperativa Agroalimentare “Giulio Bellini” e amministratore della Mattarelli Vini, i quali hanno comunicato alla stampa di aver rafforzato la collaborazione tra le due aziende divulgando la notizia che hanno deciso di creare una sinergia anche per la produzione del Fortana Bio che abbia un marchio unico attuando un progetto di filiera. Il nuovo vino biologico sarà tracciabile e garantito dal vigneto alla bottiglia.
Nonostante il progetto sia partito dal Fortana, che dei vini Doc del Bosco Eliceo è il più rappresentativo, non hanno escluso che l’iniziativa sarà estesa a tutte le altre produzioni vinicole nel Delta del Po ferrarese.
A rendere piacevole l’evento c’è stato l’intervento di Gene Gnocchi, protagonista di un siparietto comico in cui ha scherzato sulla sua nota predilezione sul Lambrusco in contrasto con i vini oggetto della presentazione.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi