Home > PARTITI & DINTORNI > Alan Fabbri: “Giovani, valore aggiunto per il nostro progetto”

Alan Fabbri: “Giovani, valore aggiunto per il nostro progetto”

Da: Elettorale Lega Nord

“Tanti giovani si stanno avvicinando alla nostra proposta e questo rende la mia sfida ancora più stimolante. Credo che la politica intesa come senso di appartenenza alla comunità e come volontà di fare qualcosa per gli altri, sia una scelta di vita importante: per questo voglio coinvolgere il più possibile i giovani nel cambiamento che proponiamo per la città”.
Così Alan Fabbri, candidato a sindaco di Ferrara per il centrodestra, è intervenuto durante l’iniziativa dedicata ai giovani e organizzata ieri, 17 aprile, presso il Bar Gallery a Ferrara dalla lista Ferrara Civica, che sostiene Alan Fabbri Sindaco, e che presenta Daniele Botti, come candidato al consiglio.
“Sicurezza, lavoro, welfare, politiche sportive sono i punti principali del programma e il 26 aprile presenteremo la lista dei candidati”, spiega Fabbri “la presenza giovanile nelle nostre liste è importante anche a livello numerico e lo sarà per il contributo che sapranno dare. Spesso si sente dire che le nuove generazioni si sono allontanate dalla politica, in realtà quasi sempre sono gli amministratori ad essere stati lontani dalla realtà: non basta essere eletti, per amministrare bene una città, per farla crescere bisogna stare in mezzo alla gente, frequentare anche le zone più difficili e degradate, immergersi nella vita quotidiana per saper prendere le decisioni più giuste. E’ necessario un ascolto attivo nei confronti di tutti e anche in questo senso la presenza giovanile è fondamentale”.
Daniele Botti, candidato consigliere di Ferrara Civica spiega: “La nostra lista comprende sensibilità e orientamenti politici diversi, ma abbiamo scelto di sostenere Alan Fabbri per la sua capacità di ascolto nei confronti di tutti i cittadini e per la sua volontà di fare il bene della città senza autoreferenzialità. Siamo stanchi di dirci tra di noi quanto è bello il Castello: è il momento di comunicarlo anche all’esterno e di far apprezzare la nostra città per quello che vale”. Il progetto di Ferrara civica punta anche su nuove imprese e sport nei quartieri: “Vogliamo creare un punto informativo e di orientamento per i giovani imprenditori, per chi deve aprire una partita iva e orientarsi per la prima volta nel mondo del lavoro”, spiega. “Vorremmo spostare quello che attualmente esiste presso la Camera di Commercio all’InformaGiovani che molto spesso è il primo approdo per gli aspiranti imprenditori in cerca di informazioni”. Sempre in relazione alle imprese “vorremmo creare canali di contatto diretti, con una serie di appuntamenti formativi, tra chi vuole far nascere una nuova azienda e chi, magari nello stesso settore, ha già alle spalle una storia di successo”, aggiunge “in modo da creare sinergie tra diverse generazioni di manager”.
Pensando alla rinascita della città e al recupero dei luoghi più degradati Ferrara Civica vuole partire dallo sport. “Abbiamo ispezionato e mappato i campi da basket dei Ferrara e li abbiamo trovati quasi tutti in pessime condizioni. Crediamo invece che, come accade in altre città, possano diventare luoghi positivi di aggregazione. Siamo certi di poter cambiare il volto di molti quartieri animando gli impianti sportivi con eventi, allenamenti e attività sette giorni su sette e fornendoli della giusta illuminazione. Vogliamo sostituire con il rumore del pallone e con le voci gioiose dei tifosi le grida di paura che, troppo spesso, si sentono nelle zone in cui spaccio e criminalità hanno la meglio. Per questo proporremo un progetto di patrocinio comunale per le iniziative sportive volte a riqualificare i playground della città”.
E Botti continua: “Hanno accusato il centrodestra di voler porre fine ai festival più importanti di Ferrara. E non è così. Anzi noi rilanciamo con la proposta di un’altra iniziativa importante e inclusiva: un festival dell’Hip Hop che metta in circolo attraverso la danza anche la conoscenza della cultura afroamericana e che renda Ferrara ancor più centrale nel panorama artistico nazionale”.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi