Home > PARTITI & DINTORNI > Alan Fabbri: “Grazie al ministro Salvini e alle forze dell’ordine. Libereremo Ferrara dall’assedio di clandestini e spacciatori”

Alan Fabbri: “Grazie al ministro Salvini e alle forze dell’ordine. Libereremo Ferrara dall’assedio di clandestini e spacciatori”

Da: Elettorale Lega Nord
“Un sentito grazie alle forze dell’ordine e al ministro dell’Interno, Matteo Salvini, che, come aveva promesso, ha dimostrato grande attenzione per Ferrara e per la gravissima situazione che la città vive in termini di sicurezza. La rivolta degli spacciatori alla Gad che abbiamo documentato in diretta ha segnato la svolta: dal ministero è arrivata, subito, una risposta concreta, mentre per anni il Pd ha taciuto lasciando colpevolmente interi quartieri in mano a criminali e clandestini. Se i cittadini ci daranno fiducia non ci sarà più spazio in città per delinquenti e spacciatori: insieme alla prefettura coordineremo il lavoro delle forze dell’ordine locali e nazionali con piani di azione mirati ed efficaci e riconsegneremo la città ai ferraresi, che meritano di vivere tranquilli e sicuri”.
Alan Fabbri, candidato sindaco a Ferrara per il centrodestra interviene, insieme a Nicola Lodi, segretario comunale Lega Ferrara, sull’attività delle forze dell’ordine impegnate in una serie di controlli straordinari del territorio.
“I numeri degli arresti e delle identificazioni confermano la gravità del fenomeno criminale che, per anni, abbiamo segnalato e denunciato mentre l’amministrazione Pd preferiva nascondere la testa sotto la sabbia e accusava i ferraresi di avere percezioni sbagliate”, spiega ancora Fabbri. “Come dimostrano i risultati ottenuti, però, cambiare rotta è possibile, ed è arrivato il momento di farlo”, aggiunge il candidato sindaco.
“Se i cittadini ci daranno fiducia a Lega al governo della città pianificherà, fin da subito, in piena collaborazione con il ministero e la prefettura e insieme a tutti i soggetti interessati una strategia concreta per liberare Ferrara dall’assedio della criminalità e dello spaccio”, continua Fabbri. “I corpi di polizia locale saranno preparati ed attrezzati a collaborare attivamente con il resto delle forze dell’ordine e la pianificazione degli interventi avverrà in modo coordinato e mirato per rendere davvero efficaci le azioni di controllo del territorio”, conclude il candidato.
“Quello che Viminale e prefettura hanno messo in atto sarà il modus operandi costante della prossima giunta”, aggiunge il segretario comunale. “Dopo il gravissimo episodio della rivolta alla Gad, documentato in diretta, anche i numeri degli arresti, delle denunce e dei clandestini inviati al Cpr confermano la necessità di prendere in mano la situazione e di affrontarla e risolverla una volta per tutte”. Per Lodi “è ridicolo sentir parlare di sicurezza il candidato a sindaco del Pd, che è anche assessore alla sicurezza uscente, dopo che per anni l’amministrazione Tagliani ha scelto di non agire lasciando ampie zone di Ferrara in balia del degrado e costringendo i ferraresi a convivere con spacciatori e delinquenti, in azione anche in pieno giorno”. Per il futuro “le cose cambieranno”, garantisce Lodi. “Certamente serviranno mesi di lavoro e il massimo impegno per risolvere il problema, con la Lega alla guida della città, restituiremo Ferrara ai ferraresi”.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi