Home > PARTITI & DINTORNI > Alan Fabbri (Lega Nord): “Fondo risparmiatori: serve la Lega al governo perché diventi una cosa seria”

Alan Fabbri (Lega Nord): “Fondo risparmiatori: serve la Lega al governo perché diventi una cosa seria”

Tempo di lettura: 2 minuti

Da Lega Nord Emilia Romagna

“Il fondo per i risparmiatori? Solo con la Lega al governo può diventare una cosa seria. Rifinanzieremo il plafond e semplificheremo i termini di accesso per rimediare a questo dramma creato dal Pd. Si può fare! E chi dice il contrario mente”.
Alan Fabbri, capogruppo Lega Nord in Regione Emilia Romagna risponde così all’appello dei risparmiatori danneggiati dai crac bancari che, attraverso le associazioni dei consumatori, hanno lanciato un appello chiedendo di migliorare il Fondo ristoro vittime risparmio tradito, promesso dal Pd e finanziato con appena 50 milioni di euro in 2 anni.
“Da sempre siamo a fianco dei cittadini beffati e da tempo sostenevamo la necessità di creare un fondo nazionale per il ristoro dei risparmiatori”, spiega Fabbri “la soluzione sembrava impossibile e, per mesi, ci è stato risposto che non si poteva fare. Poi, improvvisamente, con la campagna elettorale alle porte, ecco che il Pd ha trovato il modo di realizzarlo: peccato si trattasse solo dell’ennesima boutade elettorale. I 50 milioni stanziati sono assolutamente insufficienti e la necessità di una sentenza favorevole passata in giudicato per accedere al rimborso è troppo restrittiva per i risparmiatori”, insiste il capogruppo.
“Adesso non è più il momento di accontentarsi, di chiedere le briciole: bisogna puntare ad un vero riscatto per le tante famiglie danneggiate. E’ giusto sollecitare la politica a presentare emendamenti ma solo con la Lega al governo le cose possono davvero cambiare”, prosegue Fabbri. “Con la volontà politica tutto è possibile: fino ad ora abbiamo combattuto a fianco delle vittime del salvabanche e della Lega Consumatori che, solo per Carife, ha riportato nelle tasche degli obbligazionisti che ne avevano diritto 2,5 milioni di euro”, aggiunge il capogruppo. “Ci siamo battuti perchè il fondo venisse realizzato, poi abbiamo denunciato la grave presa in giro che il Pd sta mettendo in atto nei confronti degli italiani con i ridicoli stanziamenti previsti”. Nel futuro, “una volta alla guida del Paese, faremo in modo che questa vergogna abbia fine e rimetteremo al sicuro il principio costituzionale del risparmio, perchè non accada più che qualcuno metta le mani in tasca ai cittadini, come è successo con il bail-in, per salvaguardare gli interessi della politica”.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi