Home > PARTITI & DINTORNI > Alan Fabbri (LN): “CARIFE, La Lega Rimedia Alle Colpe Del Pd. Via Ai Rimborsi Senza L’obbligo Dell’arbitrato”

Alan Fabbri (LN): “CARIFE, La Lega Rimedia Alle Colpe Del Pd. Via Ai Rimborsi Senza L’obbligo Dell’arbitrato”

Da: Ufficio Stampa Lega Nord Emilia Romagna

“Stiamo rimediando alle colpe del Pd. Davanti ai fatti cadono tutte le strumentalizzazioni politiche con cui la sinistra ha tentato di attaccarci. I risparmiatori truffati verranno risarciti e Carife non è rimasta indietro rispetto alle Venete come Marattin e il Pd avevano provato a sostenere. Hanno tentato di fare terrorismo mediatico e ancora una volta sono stat smentiti: obbligazionisti e azionisti a partire dall’8 febbraio vedranno nero su bianco la bozza del decreto che restituisce loro il mal tolto e successivamente potranno partire con le domande. Le domande saranno semplici e non vincolate dall’obbligo di dimostrare il mis-selling. La Lega mantiene le promesse: le nostre battaglie a fianco dei cittadini hanno portato ad un grande risultato”.

Alan Fabbri, capogruppo Lega Nord in Regione Emilia Romagna ed Emanuele Cestari, deputato Lega, intervengono dopo l’incontro delle associazioni dei risparmiatori con i rappresentanti del governo, avvenuto ieri a Roma.

“Come avevamo promesso gli azionisti potranno richiedere la restituzione del 30% relativo al prezzo di acquisto delle azioni, gli obbligazionisti potranno richiedere la restituzione del 95% delle somme non ancora rimborsate e sarà integrata anche la somma non restituita per chi ha fatto ricorso all’arbitrato, mentre per chi è stato ammesso al risarcimento diretto il risarcimento sarà integrato del 15% non compreso”, spiegano Fabbri e Cestari. “Ma non è tutto: i risparmiatori chi fino ad ora sono rimasti esclusi da entrambi i percorsi potranno fare richiesta di rimborsi che comprenderanno anche gli interessi legali maturati dall’acquisto del titolo all’erogazione dell’indennizzo”, aggiungono.

“Il Pd che ha prima abbandonato i ferraresi per mettergli, poi, le mani in tasca con il Salvabanche ora tace”, aggiunge Fabbri “consapevole di aver fallito su tutta la linea, compresa quella dell’ascolto dei cittadini truffati, che stiamo coinvolgendo attivamente nella stesura delle linee guida del decreto sui rimborsi come dimostra l’incontro a Roma con il governo”.

Oltre a garantire finalmente risarcimenti ai risparmiatori traditi “il decreto cancella l’obbligo di provare il mis-selling”, aggiunge Fabbri “e ristabilisce in questo modo un concetto fondamentale: non è la vittima a dover dimostrare di aver subito un torto”. La vicenda Carife “ha travolto migliaia di famiglie che si erano affidate all’istituto simbolo del nostro territorio, il Pd le ha lasciate sole promettendo briciole, la Lega ha combattuto al loro fianco fino ad ottenere giustizia”.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi