Home > COMUNICATI STAMPA > Alla classe 5^N del Liceo Roiti la medaglia d’oro del premio della Camera di Commercio

Alla classe 5^N del Liceo Roiti la medaglia d’oro del premio della Camera di Commercio

Da: Ufficio Stampa Camera di Commercio Ferrara

Govoni: “Rinunciare alla formazione, o vivere la scuola senza impegno, è spesso l’anticamera dell’emarginazione, della povertà, talvolta dell’illegalità”. La consegna del Riconoscimento il 3 dicembre alla presenza del Consiglio camerale.

E’ andato alla Classe 5^N (indirizzo Autonomia sportivo) del Liceo Scientifico Antonio Roiti il Riconoscimento della Camera di commercio per il miglior progetto di alternanza scuola lavoro. Così ha deciso la Commissione di valutazione formata, tra gli altri, da docenti dell’Università di Ferrara, che ha premiato il video multimediale “Alternanza con le Muse”. 600 euro il premio: questo l’assegno consegnato il 3 dicembre, alla presenza al gran completo del Consiglio camerale, dal presidente della Camera di commercio di Ferrara, Paolo Govoni, nell’ambito del nutrito programma di iniziative promosso dall’Ente di Largo Castello per valorizzare e dare visibilità ai racconti dei progetti d’alternanza scuola-lavoro ideati, elaborati e realizzati dagli studenti e dai tutor degli Istituti scolastici ferraresi di secondo grado.

Gli alunni del Liceo Roiti – molto emozionati e coordinati dalle professoresse Francesca Bianchini, Elena Cavalieri D’Oro e Maria Teresa Collini e dai tutor esterni Paola Desantis e Sara Pedriali, direttrici, rispettivamente, del Museo Archeologico Nazionale di Ferrara e della Biblioteca comunale di Copparo “Anne Frank” – hanno raccontato in una affollata sala Conferenza il loro progetto sperimentale che, attraverso innovative forme di comunicazione e di valorizzazione, ha contribuito ad avvicinare le ragazze ed i ragazzi al patrimonio culturale e alle istituzioni che lo conservano, favorendo la loro partecipazione attiva e creativa e sostenendo la crescita di cittadini autonomi e consapevoli. Gli studenti, inoltre, hanno illustrato a cittadini e turisti nei fine settimana i reperti presenti nelle sale del Museo Archeologico Nazionale, aggiungendo informazioni non contenute nelle teche oppure, per quanto riguarda il giardino, dando notizie di carattere botanico, correlate da riferimenti alla mitologia greca.

“Investire nella scuola – ha sottolineato il presidente della Camera di commercio, Paolo Govoni – è la scelta più produttiva sia per le istituzioni sia per le famiglie. Rinunciare alla formazione, o vivere la scuola senza impegno, è spesso l’anticamera dell’emarginazione, della povertà, talvolta dell’illegalità. La mobilità sociale oggi si è arenata: la scuola può farla ripartire, arrecando giustizia e sviluppo”. E, rivolgendosi poi agli studenti presenti, ha aggiunto: “Siete più grandi dell’anno scolastico passato. Lo sarete ancor di più al termine di questo che inizia: lo sarete certamente non soltanto in età ma anche in sapere e in amicizia con gli altri”.

Un progetto, dunque, molto sentito dalla Camera di commercio, alla quale la legge di riforma affida una serie di nuove funzioni in materia proprio di orientamento scolastico e alternanza scuola-lavoro. Tra queste, anche la gestione del Registro nazionale per l’alternanza scuola-lavoro, punto d’incontro (virtuale) tra le scuole e le strutture che sono disponibili ad ospitare studenti in esperienze di alternanza e apprendistato per offrire loro un periodo di apprendimento on the job.

Confermato intanto, per il 2020, il Bando della Camera di commercio per favorire, per il tramite di appositi incentivi alle imprese che ospitano studenti all’interno delle proprie strutture, la co-progettazione scuola-impresa per innalzare la qualità dei percorsi di alternanza scuola-lavoro, sostenere il coinvolgimento delle imprese nei percorsi di alternanza, facilitando l’iscrizione delle stesse nel Registro nazionale e contribuendo all’adeguamento della documentazione inerente la sicurezza sui luoghi di lavoro, nonché lo sviluppo di strumenti per la valutazione degli apprendimenti, assicurare la formazione dei tutor aziendali che assistono gli studenti impegnati nelle attività di alternanza.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi