Home > COMUNICATI STAMPA > Alla Granarolo per il progetto ‘allattami’

Alla Granarolo per il progetto ‘allattami’

Da: IIS di Argenta e Portomaggiore

L’IPSIA Servizi Sociosanitari di Argenta alla Granarolo per il prestigioso progetto ‘Allattami’

La nota Azienda Granarolo ha accolto nella sua sede di Cadriano le classi terze e quarta dell’Istituto Professionale per i Servizi Sociosanitari di Argenta.
I responsabili di Granarolo Tommaso Simili ed Alessia Fava hanno illustrato agli studenti del professionale la storia aziendale, che vanta ben 60 anni di attività e gli obiettivi perseguiti da Granarolo quali l’internalizzazione verso i mercati esteri, l’innovazione di prodotti vegetali di origine italiana senza OGM, e la diversificazione della produzione, al fine di arrivare nelle case di tutti.
Gli studenti hanno potuto riflettere sull’importanza della scelta di prodotti alimentari salutari, con un’attenzione all’origine italiana delle materie prime.
Parte centrale dell’evento è stata dedicata al progetto ‘Allattami’, attraverso il quale la Banca del Latte Umano Donato (BLUD) di Granarolo, in collaborazione con l’ospedale S. Orsola di Bologna, dal 2012 aiuta i neonati prematuri fornendo loro un bene prezioso quale il latte materno, anche quando le condizioni impediscono alle madri di questi bambini di produrre il proprio latte.
Da allora sono stati raccolti 17 quintali di latte da 131 mamme donatrici coinvolte in una vera e propria catena di solidarietà e di prevenzione.
Granarolo, sostenendo la catena del freddo del latte materno, contribuisce a costruire una ‘catena calda’ di solidarietà e di assistenza competente alle madri per riscoprire l’allattamento al seno nella nostra cultura con grandissima rilevanza scientifica ed etica.

L’IPSIA di Argenta ringrazia di cuore tutti i soggetti coinvolti in questa eccezionale iniziativa di solidarietà, umanità e promozione della salute ed un vero e sentito grazie va a Granarolo per l’accoglienza, l’ospitalità e le spiegazioni fornite attraverso un approccio teorico-pratico, che maggiormente cattura e rimane impresso nella mente del discente.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi