Home > PARTITI & DINTORNI > “Angeli e demoni: oltre 150 segnalazioni sul territorio”

“Angeli e demoni: oltre 150 segnalazioni sul territorio”

Da: Gruppo Lega Nord Emilia Romagna

Bargi (lega): “angeli e demoni, oltre 150 segnalazioni al ministero: e’ il caso che Bonaccini si concentri sul territorio anziche’ perdersi nel gioco di poltrone romane”
Il capogruppo del Carroccio in Regione, Stefano Bargi: “Comprensibile l’appetito del Governatore dell’Emilia-Romagna e del suo partito per le “poltrone romane” ma questo non lo deve distogliere dai problemi del nostro territorio, macchiato da uno scandalo senza eguali nella storia italiana”
“Se è comprensibile come il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, ed il partito che rappresenta, il Pd, stiano gongolando rispetto all’ipotesi “inciucione col Movimento 5 Stelle”, è anche vero che l’appetito di “poltrone romane” non deve distogliere il Govenatore rispetto ai problemi del territorio che dovrebbe amministrare”.

Il capogruppo della Lega in Regione, Stefano Bargi, richiama all’ordine e al rispetto degli impegni istituzionali il Governatore Bonaccini ed il segretario regionale dei dem in Emilia-Romagna, Paolo Calvano, che “questa mattina, dalla direzione nazionale del Pd pontificavano, benedicendo il mandato pieno al segretario, Nicola Zingaretti, di cercare l’accordo per un nuovo Governo coi 5 Stelle capace di portare avanti la legislatura”.

Ricordo a Bonaccini che dall’indagine “Angeli e Demoni”, uno scandalo senza eguali nella storia italiana, continuano ad emergere sconvolgenti novità ogni giorno: sa, ad esempio, Bonaccini che sono ben179 le segnalazioni arrivate all’indirizzo mail del ministero delle Disabilità e della Famiglia da un mese ad oggi? Sa che circa tre quarti di quelle segnalazioni riguardano le case famiglia e il sistema degli affidi per i minori?” punge il capogruppo leghista.

Si tratta di segnalazioni sulle quali il ministro Alessandra Locatelli sta effettuando approfondimenti ed indagini in linea col protocollo di intesa siglato lo scorso luglio, ovvero interessando direttamente le prefetture competenti.

“Relativamente al caso Bibbiano, ci risulta che il ministro abbia giò sollecitato il governatore Bonaccini ad un confronto che possa contribuire a fare chiarezza su quel “sistema” da cui continuano a emergere risvolti gravi e inquietanti ma, a quanto pare, per gli esponenti regionali del Partito Democratico, la politica rappresenta più un potere che un senso di responsabilità verso la collettività che dovrebbero amministrare. Del resto, gli esponenti del Pd emiliano romagnolo già da tempo hanno dimostrato di essere più concentrati sui propri interessi e su quelli del partito che rappresentano che sul bene dei cittadini che dovrebbero invece rappresentare e tutelare”.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi