Home > INTERVENTI > Antisemitismo e imbecillità

Antisemitismo e imbecillità

difesa-razza
Tempo di lettura: 2 minuti

Mi è sempre piaciuta la storica frase di Lenin:” L’antisemitismo è il socialismo degli imbecilli”.

Il duemila sta andando avanti o sta ritornando indietro al 1938 e oltre…? Dai segnali molto preoccupanti di un ritorno della vigliaccheria e della violenza, mi sembra che si stia ritornando indietro…

Il 16 ottobre di quest’anno nella giornata in cui a Roma si ricordava la deportazione degli ebrei del 1943 è avvenuta l’ennesima aggressione davanti alle scuole. Come si possono tollerare ancora questi vergognosi raid che continuano a susseguirsi nell’indifferenza delle nostre istituzioni? Bisognerebbe, seriamente, prendere in mano la situazione prima che possa sfuggire di mano… Ed invece ho l’impressione che tutto stia proprio sfuggendo di mano… Difatti, proprio pochissimi giorni fa in un liceo romano è accaduto l’ennesimo atto vergognoso e vigliacco con minacce di morte con svastica, ai danni di uno studente ebreo, alunno di questo Liceo, utilizzando un cartello con questa scritta:” EBREO DE MERDA TE DAMO FOCO”.

Come si può tacere di fronte a questa ondata di odio antiebraico che si nutre di menzogne e strumentalizzazioni?

Questi imbecilli non riescono a capire che più odieranno gli ebrei e più si avvicinerà la Sharia a Roma, Milano, Torino, Venezia ecc… Purtroppo vi è una considerazione molto penosa ma ormai troppo realistica: il vecchio antisemitismo lo possiamo ancora trovare tra i nazisti nostalgici e i giovani nazi-skins: il nuovo antisemitismo si trova nella sinistra. E’ cosa “vecchia”: Stalin è stato il miglior “insegnante” di Hitler in fatto di massacri a popolazioni inermi…

La sinistra favorisce la causa islamica, sotto agli occhi di tutti: soprattutto i comportamenti della Boldrini, della Mogherini e via discorrendo, che non lasciano dubbi… Tutti pro-islam. pro-palestina e contro gli ebrei italiani e israeliani. Se i comportamenti a livello governativo sono questi come è possibile educare i giovani, soprattutto, al rispetto di una minoranza dalla cui religione è nato anche il cristianesimo? Come è possibile educare i giovani italiani in un clima di odio e tensioni? Non è possibile! O si cambia o si arriverà ad un punto di non ritorno pericolosissimo per tutti, anche per gli stupidi che credono di sentirsi erroneamente al sicuro…

Laura Rossi (Italia-Israele)

Commenta

Ti potrebbe interessare:
La maturità di Bassani, un monito contro i razzismi
LA SCOMODITA’ DI ISRAELE
CONTRO VERSO / Shoah Party
Odio e panchine:
in questa Ferrara non c’è posto per Marcovaldo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi