Home > COMUNICATI STAMPA > Arriva a Ferrara e provincia il “semaforo dinamico” di Poste Italiane

Arriva a Ferrara e provincia il “semaforo dinamico” di Poste Italiane

da: Poste Italiane, ufficio Comunicazione Territoriale Emilia Romagna e Marche

Lo strumento, collocato in 12 uffici postali, servirà a dare informazioni sui livelli di affluenza giornaliera e fornirà la mappa degli uffici postali più vicini

Arriva a Ferrara il nuovo “semaforo dinamico” di Poste Italiane, un utile strumento pensato per aiutare la clientela a scegliere i giorni e gli orari di minore affluenza negli uffici postali: sono circa 60.000 infatti nel Ferrarese coloro che ogni mese si recano all’ufficio postale e circa 2.500 le presenze medie quotidiane.

Il semaforo, collocato in maniera ben visibile all’ingresso dei 5 principali uffici postali di Ferrara (viale Cavour, viale Krasnodar, via Giuoco del Pallone, via Darsena e piazzale Prosperi) e 7 in provincia (Argenta, Bondeno, Cento Codigoro, Comacchio, Copparo e Portomaggiore), indicherà le previsioni dei flussi mensili di clientela sia per singolo giorno che per fasce orarie, evidenziate con tre colorazioni differenti in base all’affluenza prevista.
Il verde indica giorni e orari in cui si prevede minor affluenza di clientela, il giallo la possibilità di un numero di clienti e una conseguente attesa appena superiori alla media, mentre il rosso segnala probabili picchi di affluenza.

A questo cartello si aggiunge una mappa, completa di indirizzi e orari, con la lista degli uffici più vicini verso i quali poter ripiegare soprattutto quando si prevedono maggiori tempi di attesa, come ad esempio nei giorni di pagamento delle pensioni (51.000 i pensionati della provincia di Ferrara che mensilmente ritirano il vitalizio presso l’ufficio postale).

«Questo nuovo strumento – spiega la direttrice della Filiale di Ferrara Fulvia Allegretti – vuole essere un’ulteriore iniziativa, dopo quella degli sportelli dedicati esclusivamente al pagamento dei bollettini, realizzata da Poste Italiane per ridurre i tempi di attesa agli sportelli. C’è stata un’iniziale fase di sperimentazione che ha coinvolto diversi uffici della nostra area e, dopo aver constatato che i risultati raggiunti erano particolarmente incoraggianti, abbiamo pensato di estendere l’iniziativa replicandola in altri uffici postali, individuati sulla base dell’alto traffico medio giornaliero di clientela».

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi