COMUNICATI STAMPA
Home > COMUNICATI STAMPA > Assegnati sabato scorso a palazzo della Racchetta i premi ai vincitori del concorso “Il Segno” edizione 2015

Assegnati sabato scorso a palazzo della Racchetta i premi ai vincitori del concorso “Il Segno” edizione 2015

da: Ufficio stampa Ferrara Art Festival

Sono stati assegnati, sabato scorso a Palazzo della Racchetta, i premi ai vincitori dell’edizione 2015 del Premio Internazionale “Il Segno”, giunto quest’anno alla sua settima edizione.
Sei le categorie di premiati, ognuna dedicata per un concorso che ha visto la partecipazione di oltre duecento artisti italiani ed europei, per un premio che va crescendo di anno in anno.
Grande il lavoro della giuria composta da Enrico Ravegnani (Curatore e direttore di Palazzo Racchetta a Ferrara), Michele Govoni (Giornalista e critico); Daniele Gozzi (Fotografo e direttore dell’Associazione Xart di Modena), Virgilio Patarini (Artista, critico e curatore, presidente di Zamenhof Art, autore di cataloghi dell’Editoriale Giorgio Mondadori, direttore artistico del Ferrara Art Festival), Valentina Carrera (Artista e curatrice, direttrice dello Spazio E di Milano) che ha selezionato le sei opere vincitrici nelle rispettive sezioni oltre ad una buona schiera di segnalati per la qualità esecutiva ed originalità delle opere presentate.
Ecco quindi l’elenco dei vincitori nelle rispettive categorie.
“Premio Marc Chagall”, per la migliore opera figurativa a Luigina Luzii. L’artista, che ha presentato un’opera tecnicamente ineccepibile e ricca di simbologie e significati nascosti, ha vinto una targa e una mostra personale a titolo gratuito presso la galleria Spazio E di Milano.
E’ stata segnalata in questa categoria la giovane Luana Diana Matei.
“Premio Emilio Vedova”, per la migliore opera astratta a Elisabetta Piu che ha presentato due opere, entrambe di grande impatto (pittura e grafica) e che vinto una targa e una mostra personale a titolo gratuito presso la galleria Spazio E di Milano.
Sono ben tre i segnalati in questa categoria: Giuliano Censini, Claudio Fazzini e Michel Patrin le cui opere hanno colpito la giuria per la raffinatezza esecutiva e per gli elementi di novità presentati.
Il “Premio Man Ray” per la migliore opera fotografica è andato a Lorenzo Simonini con una fotografia fortemente emozionale. A lui una targa e l’esposizione dell’opera vincitrice a Photissima 2015, che si svolgerà a Settembre e Ottobre prossimi presso il Chiostro dei Frari a Venezia.
In questa categoria è stato segnalato Marco Lombardo per l’originalità e il taglio della foto esposta.
Il “Premio Pablo Picasso” per l’artista più eclettico è andato a Mark Cattaneo che ha presentato ben tre opere (pittura, grafica e fotografia) tutte di ottima esecuzione ed originalità. A lui una targa di riconoscimento.
Il “Premio Lucio Fontana” per l’opera più originale è andato a Giovanni Basso. Anche a lui una targa di riconoscimento.
Da ultimo, ultimo ma non ultimo, il “Premio Jean Michel Basquiat”, per l’artista più giovane, è andato a Luana Diana Matei che ha presentato una piccola opera di grafica realizzata secondo la complessa tecnica dell’acquatinta e dell’acquaforte Segnalato in questa categoria Luca Veltri.
Un premio, quello istituito da Zamenhof Art di Milano che ha lo scopo di selezionare e promuovere artisti contemporanei a livello internazionale che si distinguano per originalità e qualità delle creazioni. Uno scopo perfettamente riuscito anche in questa edizione del concorso.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi