Home > COMUNICATI STAMPA > Autore ferrarese supera Camilleri e il recente premio Strega

Autore ferrarese supera Camilleri e il recente premio Strega

Tempo di lettura: 3 minuti

Da: Organizzatori

Da un mese tutte le librerie ferraresi sono “ammalate di… Febbre di S.P.A.L

Il bestseller del tifoso-scrittore Arnaldo Ninfali – con le sue interviste a Bagnoli, Pellissier e Zigoni senior – spopola nelle vendite cittadine davanti a Pederiali, Simoni, Ferrante e persino… Camilleri e il “premio Strega” Albinati

È uscito da poco più di un mese, il volume Febbre di S.P.A.L. – Viaggio sentimentale di un indomito tifoso dalla serie “D” alla “B” scritto dal collaboratore de ‘Lo Spallino.com’ Arnaldo Ninfali (con la prestigiosa prefazione di Gigi Delneri), e pubblicato dalla casa editrice ferrarese Faust Edizioni di Fausto Bassini nella collana sportiva ‘Eupalla’, idealmente dedicata al maestro di giornalismo Gianni Brera. E da un mese, ininterrottamente, questo corposo e appassionato lavoro (corredato di oltre 60 fotografie patinate sia in bianco e nero sia a colori, in gran parte inedite, dai tempi di Paolo Mazza a oggi) occupa i primi posti nelle classifiche settimanali di vendite a Ferrara e nella sua provincia. Tra i 10 autori più acquistati nelle principali librerie di catena del territorio, Arnaldo Ninfali – originario di Vigarano Mainarda come il ‘presidentissimo’ Mazza – sta superando con ritmo costante, da un mese a questa parte, autori come Andrea Camilleri, Elena Ferrante, Marcello Simoni, Marta Marzotto, Chiara Gamberale e persino… il fresco “premio Strega” Edoardo Albinati con il pluripubblicizzato La scuola cattolica. Dalla dolorosa caduta in serie “D” della Real Spal all’ascesa gloriosa della S.P.A.L. 2013 dei ferraresi Colombarini-Mattioli, che riconquista la “B” in soli tre campionati: il racconto in presa diretta di un tifoso-scrittore d’eccezione, che ha seguito la rinascita della Società Polisportiva Ars et Labor – giornata per giornata, in un turbine di gioie e magoni – per le testate on-line Che Spal.it e Lo Spallino.com.
Nel sano delirio da febbre biancazzurra, il passato e il presente s’intrecciano: i “ciao zzio” della mascotte Pendenza e i “Zigo-gol” gridati dallo stadio intero; le danze di Massei e le cavalcate di Di Quinzio sulla fascia; le telecronache di Carosio al Comunale e quelle di Sovrani al ‘Mazza’; i 320 chilometri di un ciclista tifoso da Bolzano, per festeggiare la squadra, e uno speciale allenatore talent scout, Angelo Benini…

Con interviste a storici campioni

Osvaldo Bagnoli e l’onore di giocare nella Spal di Mazza
Giulio Boldrini record di presenze in maglia biancazzurra
Gianfranco Bozzao che marcava Gigi Meroni
Silvano Mencacci che segnò 4 gol a Zoff in una partita
Luigi Pasetti ‘bandiera’ ferrarese doc
Sergio Pellissier da Ferrara alla Nazionale
Arturo Bertuccioli e l’ultimo gol della Spal in “A”
Gianfranco Zigoni e l’ultimo gol subìto dalla Spal in “A”

“Una storia importante, della quale c’è da andare fieri ed io posso vantarmi di averne fatto parte. Passione e amore, come ce ne sono in poche piazze al mondo.”
(Dalla prefazione di Luigi Delneri)

ARNALDO NINFALI (Ferrara, 1948). Nato a Vigarano Mainarda (come il ‘presidentissimo’ Paolo Mazza), testimone oculare degli anni d’oro della Spal in serie “A”, tra tetraedri pubblicitari dello Zabov a centrocampo e pizze da Orsucci nei dopopartita invernali, a vent’anni si trasferisce a Verona dove tuttora vive. Insegnante di Lettere e Latino, ha pubblicato Scandalo ’60 (2012) e La vela e altri racconti (2014). Sito Internet: www.arnaldoninfali.com.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi