Home > PARTITI & DINTORNI > Azione Civica: Ferrara e il bio-metano

Azione Civica: Ferrara e il bio-metano

Tempo di lettura: 2 minuti

Gentile Direttore,

in questo momento storico, in cui emerge con tanta drammatica evidenza la necessità di non dipendere dalle forniture energetiche estere, pensando in particolare ad un futuro “green”, leggiamo della bocciatura da parte della Giunta del progetto di una centrale per la produzione di “biometano” da realizzarsi in zona Villanova, e ce ne chiediamo le ragioni.
Perché la Giunta vuole continuare ad importare milioni di metri cubi di gas dall’estero (principalmente dalla Russia) a 180-200 €/Megawatt-ora  e non pensa di iniziare a produrlo qui, sul nostro territorio, utilizzando scarti di produzione agricola locale, cosa che fra l’altro comporterebbe anche una ulteriore remunerazione per i nostri agricoltori, oltre a portare la creazione di nuovi posti di lavoro preziosi per Ferrara?
Abbiamo sentito e letto di preoccupazioni relative alla qualità dell’aria ed all’impatto sul traffico stradale (a causa del trasporto della materia prima, soprattutto nei mesi di maggior produzione): la Società progettista, di assoluto rilievo ed affidabilità nell’ambito green, offre garanzie sia per il mantenimento della qualità  dell’aria che per l’impatto sul traffico stradale e sull’ambiente locale, anche e soprattutto sulla base di altre realizzazioni che non hanno causato alcuno di questi problemi.Riteniamo che, se è certamente dovuta una chiara ed esaustiva informazione da parte dell’ Azienda ai cittadini residenti, sia altrettanto dovuta una chiara e motivata spiegazione da parte della Giunta sui motivi che hanno portato alla valutazione negativa su tale opportunità.Azione Civica Ferrara – Gruppo Politica Energetiche
Ti potrebbe interessare:
Il tramonto chimico di Ferrara
falò fiamme fuoco
DIARIO IN PUBBLICO
Volgarità, nel tuo nome tutto è possibile
san giorgio e il drago paolo uccello
PRESTO DI MATTINA
San Giorgio
Effetti della Spesa Militare al 2%:
chiuderà il rubinetto del gas e succhierà tutti i soldi del PNRR

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi