Home > AVVENIMENTI > EVENTUALMENTE > Barca in libreria e a Internazionale parla di autoritarismo e disuguaglianze

Barca in libreria e a Internazionale parla di autoritarismo e disuguaglianze

Le disuguaglianze sociali, economiche e territoriali sono limiti per lo sviluppo e il benessere dei cittadini italiani che la politica economica e sociale dovrebbe
saper superare. Tuttavia, le diversità territoriali e le loro culture sono anche importanti patrimoni da valorizzare e diffondere.
Nel suo ultimo libro, “Viaggio nell’Italia disuguale” edito da Eds, Fabrizio Barca descrive il panorama delle diversità, ne valorizza le caratteristiche e disegna un “nuovo modello” di sviluppo economico e di coesione sociale.
Il volume sarà presentato sabato alle 11 alla libreria Ibs il Libraccio e discusso con Gaetano Sateriale del direttivo nazionale Cgil. L’autore poi, nel pomeriggio di sabato, alle 15, parteciperà a un dibattito programmato nell’ambito del festival Internazionale, dal titolo “La dinamica autoritaria”, programmato al teatro Nuovo. Intolleranza, sfiducia e voglia di leader forti sono i temi che affronterà partendo dall’assunto che “per disinnescare l’autoritarismo bisogna prima affrontare le disuguaglianze”.
Barca è un economista e statistico italiano. È stato dirigente della Banca d’Italia e del ministero dell’economia, ministro per la coesione territoriale tra il 2011 e il 2013 e ha avuto incarichi nell’Ocse e nella Commissione europea. Fa parte del comitato promotore del Forum disuguaglianze diversità.
Con lui ci saranno Rachel Donadio del Forum disuguaglianze diversità e l’europarlamentare Elly Schlein (The Atlantic). Introduce e modera Jacopo Zanchini redattore di Internazionale. L’incontro del festival è organizzato in collaborazione con la Fondazione Unipolis.

Commenta

Ti potrebbe interessare:
Claterna, sulla Via Emilia una città romana da ricostruire
LA PROPOSTA
I rischi di un Internazionale bulimico e la necessità di contrastare il ventre molle di Ferrara
INTERNAZIONALE A FERRARA 2019
Al via la tredicesima edizione del festival del giornalismo
TACCUINO POLITICO
I rischi della ‘rivoluzione passiva’ italiana

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi