Home > COMUNICATI STAMPA > Bilancio 2015: Caricento sempre in utile

Bilancio 2015: Caricento sempre in utile

da: ufficio relazioni esterne Cassa di Risparmio di Cento

Caricento mantiene il trend positivo per utili e dividendi dalla data di costituzione.

· Utile netto pari a 3 milioni
· Stabilità: il patrimonio è di 197 milioni
· CET 1 all’ 11,80% rispetto all’ 11,68% del 2014
· Azionisti CrCento in crescita: superata quota 10 mila
· Dividendo proposto all’assemblea dei Soci di marzo: 7 centesimi per azione
· Risorse umane: 12 giovani confermati a tempo indeterminato
· Prossima apertura di due nuove filiali

Ferrara, 26 febbraio 2016 – Il Consiglio di Amministrazione della Cassa di Risparmio di Cento comunica di aver approvato il progetto di bilancio 2015. I dati sono stati presentati questa mattina dal Presidente Carlo Alberto Roncarati e dal Direttore Generale Ivan Damiano nell’ambito della conferenza stampa che si è tenuta presso la Camera di Commercio di Ferrara.

L’utile dell’esercizio di bilancio 2015 si attesta a 3,036 milioni di euro. L’utile al netto degli effetti del bail-in, che hanno comportato per la Cassa un costo pari a 3,152 milioni di euro, sarebbe stato di 5,080 milioni (in crescita del 2,9% rispetto al 2014). Il CET 1 conferma ancora la solidità della Cassa attestandosi all’ 11,80% dall’ 11,68% del 2014. Il rapporto di copertura del credito anomalo – e svalutazioni – è al 50,9% mentre per le sole sofferenze il dato è pari al 63,2%, entrambi in crescita sul 2014 di circa 2 punti percentuali.

La raccolta diretta da clientela cresce del 3,4% portandosi a 2.024,1 milioni mentre gli impieghi netti per cassa salgono a 1.813,5 milioni (+2%) dimostrando l’efficacia della politica di sostegno a famiglie ed imprese che da sempre contraddistingue l’operato della Cassa. Stante la sia pur debole ripresa del settore immobiliare, il mercato dei mutui registra un +8,8% che corrisponde ad un totale erogato nel 2015 di 956,7 milioni di euro.

La Cassa di Risparmio di Cento conferma di essere partner solido ed affidabile per la gestione dei risparmi che la clientela continua ad affidarle. Il risparmio gestito sale a 1.236,2 milioni, facendo segnare un significativo aumento (+15,9%) rispetto all’anno 2014.
Sono in crescita anche le gestioni patrimoniali che, a quota 405,7 milioni, sono cresciute del 14,5%.

Il comparto delle assicurazioni vede una crescita del 31,6% rispetto al 2014, pari a 371,8 milioni di premi incassati, confermandosi come uno dei settori più vitali per la Cassa che può mettere a disposizione della clientela servizi assicurativi diversificati ed una consulenza professionale certificata.

Il Direttore Generale Damiano ha sottolineato la positività dei risultati raggiunti in un contesto di mercato particolarmente incerto: “ Il 2015 è stato un altro anno difficile per il settore bancario causa l’altalena dei mercati, ma soprattutto l’introduzione del bail-in e l’approvazione del decreto salva banche hanno condizionato fortemente l’operato di tutte le banche; la Cassa però, nonostante tutto, continua a conseguire risultati positivi. La nostra solidità inoltre è comprovata dall’indice core tier one che si attesta all’ 11,80%, quasi cinque punti al di sopra del minimo regolamentare recentemente notificatoci dalla BCE. La crescita della raccolta conferma che continuiamo ad essere un punto di riferimento per le comunità dei territori in cui operiamo grazie al rapporto di fiducia che abbiamo instaurato con la Clientela, alla qualità dei servizi e delle soluzioni diversificate che siamo in grado di offrire.”
Infine, conclude il Direttore Generale, nel 2015, pur senza averne l’obbligo, la Cassa ha effettuato l’analisi del proprio bilancio con le metriche dell’AQR della BCE, alla quale ha fatto seguito lo Stress Test BCE per verificare la propria solidità attuale e prospettica. I risultati sono stati ampiamente positivi ed in linea con la media del sistema bancario nazionale, circostanza rilevante considerando che la Cassa non è stata preparata a tali test così come la Banca d’Italia ha fatto per le grandi banche italiane.

La Cassa di Risparmio di Cento conferma che il legame territoriale da sempre costituisce uno dei punti di forza del proprio operato. Nel corso del 2015 è stata inaugurata a Comacchio la prima filiale sui lidi ferraresi, mentre alla fine dell’anno ha riaperto nei locali originari la storica sede della filiale di Pieve di Cento, restituita alla Clientela dopo i danni subiti a causa del terremoto nel 2012. La divisione Private Banking di Caricento ha inoltre istituito a Mirabello, nei primi giorni di novembre del 2015, un nuovo centro dedicato alla consulenza per la gestione dei grandi patrimoni. Accelera, infatti, l’acquisizione di nuova clientela – circa 5.000 clienti nel 2015 – sia privati sia imprese, corrispondente ad un aumento del 44% rispetto al 2014.

Nel trascorso anno, la Cassa ha continuato ad incrementare il numero dei suoi azionisti, che hanno superato quota 10 mila dai 9.124 di fine 2014. I Soci potranno partecipare alla prossima assemblea che si terrà il 30 marzo 2016 a Cento, in occasione della quale sarà approvato il bilancio 2015 e ridefinito il Consiglio di Amministrazione della Cassa, essendo quello attuale in scadenza per fine mandato, e verrà proposto il dividendo di 7 centesimi ad azione.

“Nonostante nel corso dell’anno 2015 notevoli siano state le difficoltà per l’intero mondo del Credito che si è trovato a dover fronteggiare una generalizzata crisi di fiducia, il numero dei nostri azionisti continua a crescere, e per corrispondere alle loro aspettative la Cassa è impegnata ad aumentare la sua stabilità in termini di patrimonio, di capitalizzazione, di acquisizione di nuova clientela, temi di attenzione fondamentali per la propria solidità.
La normativa di riferimento si è fatta ogni giorno più stringente, ma la nostra solidità deriva da un percorso iniziato molti anni fa che ci ha permesso di raggiungere e mantenere apprezzabili risultati. Ancora una volta il bilancio della Cassa chiude in utile – continua il Presidente Roncarati – e da più di 13 anni non viene richiesto alcun aumento di capitale agli azionisti. La Cassa di Risparmio di Cento, infatti, nella sua storia ha sempre registrato bilanci positivi e distribuisce ininterrottamente dividendi sin dal 1992.”

A febbraio 2015 la Cassa ha confermato a tempo indeterminato 12 giovani precedentemente assunti con contratto di apprendistato. Nell’ambito risorse umane è stato inoltre avviato un importante progetto di formazione che coinvolge giovani dipendenti di Caricento in un percorso di self leadership che permetterà loro di acquisire coscienza delle proprie capacità sviluppando al meglio il proprio potenziale.

Lo sviluppo del processo di digitalizzazione rimane al centro degli investimenti di Caricento che a novembre del 2015 ha rinnovato il proprio sito internet, con caratteristiche di semplicità ed interattività tali da permettere una navigazione più agile anche da ogni dispositivo mobile. Grazie alla collaborazione di Cedacri, il Centro Servizi di Caricento, è stato avviato un processo che consente di velocizzare le operazioni effettuate dalla Clientela nelle filiali, al fine di diminuire ulteriormente i tempi di attesa allo sportello e garantire una maggiore efficienza dei servizi prestati.
E’ in aumento anche il numero delle postazioni self service che consentono di effettuare la maggior parte delle operazioni di cassa 24 ore su 24 e 7 giorni su 7 senza necessità di un operatore. In ambito digitale, è prossimo l’ingresso nel mondo dei social network con una pagina Facebook, a ulteriore dimostrazione della politica di apertura, dialogo e trasparenza che la Cassa adotta da oltre 157 anni.

Anche nel 2015 non è mancato l’impegno della Cassa nei confronti dei territori in cui opera dove, tramite numerose iniziative di sponsorizzazione – circa 400 -, ha sostenuto eventi di carattere economico, culturale, sociale e sportivo.

Nei prossimi mesi è prevista l’apertura di una nuova filiale a Ferrara nella quale saranno presenti un’ala interamente dedicata alla consulenza nel settore Private Banking oltre ad alcune postazioni evolute che consentiranno alla clientela di svolgere autonomamente le operazioni di cassa. Inoltre, alla filiale madre di Comacchio sui lidi ferraresi, si aggiungerà la nuova agenzia leggera di Porto Garibaldi la cui apertura è prevista per l’inizio dell’estate.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi