Home > IL QUOTIDIANO > Bisaccia la gentile
Tempo di lettura: < 1 minuto

Lo sguardo dal terrazzo del palazzo ducale, a perdita d’occhio tetti e strade vuote. Silenzio di vicoli e nebbia che cela in lontananza il verde dei campi. Tornerà il giorno in cui poter vedere ciò con la libertà dell’animo. Nel frattempo il pensiero corre dove l’occhio non aveva limiti che non fossero i monti in lontananza, sottraendo lo sguardo alle quattro mura. Bianche. Strette. Mortali.

Commenta

Ti potrebbe interessare:
PRESTO DI MATTINA
Si sta come coppi sui tetti
All’ombra del Titano
Da torre a castello…
Il senso di Caspar per la nebbia

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi