Home > PARTITI & DINTORNI > Bondeno: presentata la lista della Lega per le amministrative

Bondeno: presentata la lista della Lega per le amministrative

Tempo di lettura: 2 minuti

Da: Ufficio Stampa Comune di Bondeno

La Lega è scesa ufficialmente in campo, ieri mattina, con la presentazione della sua lista di candidati al Consiglio comunale, per le Amministrative del 20-21 settembre. Diverse le novità, come l’ingresso in lista di Mauro Guerrini, Stefano Cristofori e Rina Furini, così come molte sono le conferme: i consiglieri uscenti Dugles Boccafogli, Daniele Bernini, Ornella Bonati, Sergio Bonifazi, Gordano Mantovani, assieme agli assessori Emanuele Cestari e Francesca Piacentini, mentre Fabio Bergamini sarà il capolista. «Vengo da un’esperienza di amministrazione durata cinque anni, in cui abbiamo portato a casa opere importanti (scuola antisismiche, strade, un ponte atteso dal 1985), ma in cui ho apprezzato ancora di più il valore di incontrare i miei concittadini – ha detto Fabio Bergamini –. Mentre porto mio figlio all’asilo, oppure durante il caffè in pausa pranzo. E’ in queste occasioni – ha detto Bergamini – che puoi ascoltare dalla loro voce attese e idee, delle quali fare tesoro per lavorare per la comunità. Una comunità – ha continuato – che mi ha dato 1095 preferenze alle elezioni regionali, premiando il lavoro di squadra svolto sul territorio. Una squadra che, ne sono certo, saprà fare bene anche con il sindaco Simone Saletti». Il Segretario locale del Carroccio, Emanuele Cestari, ha ricordato ai presenti i risultati raggiunti nella legislatura: «la riduzione dell’indebitamento del Comune per 1,5 milioni di euro, e il lavoro per mantenere l’imposizione fiscale al di sotto dei centri vicini». Un’opera di cesello che ha portato i propri risultati, parallelamente a quanto è stato fatto nella realizzazione di opere pubbliche e servizi sociali rivolti alle fasce più deboli. Risultati rivendicati dall’assessore uscente, Francesca Piacentini. «Senza lasciare indietro nessuno – ha detto Piacentini – ascoltando le esigenze della gente. Dove non sono arrivati i fondi statali, sono state utilizzare risorse locali». Un esempio della progettualità portata avanti in questi anni dall’Ente locale è stata, ad esempio, la conferma della riapertura delle scuole del territorio (in presenza) il 14 settembre, senza rischi di interruzione per la didattica, vista la collocazione del voto nella settimana successiva. Come sedi elettorali non saranno impiegate le scuole dell’Istituto comprensivo, bensì le ex Scuole di Piazza Aldo Moro e dell’ex Scuole di Scortichino.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi