Home > COMUNICATI STAMPA > Brani originali, libere improvvisasioni, canti popolari. Lunedì 8/4 al Torrione arriva il Filippo Orefice Trio. Segue jam session

Brani originali, libere improvvisasioni, canti popolari. Lunedì 8/4 al Torrione arriva il Filippo Orefice Trio. Segue jam session

Da: Ufficio Stampa Jazz Club Ferrara
Proseguono gli apprezzati Monday Night Raw del Jazz Club Ferrara. Lunedì 08 aprile (ore 21.30) con il trio del sassofonista Filippo Orefice, completato da Fabrizio Puglisi al pianoforte e Marco D’Orlando alla batteria. Il consueto aperitivo a buffet al wine bar del Torrione, accompagnato dalla selezione musicale di Gil Dj, anticipa il concerto (a partire dalle ore 20.00).
Il trio di Filippo Orefice esplora un repertorio composto da brani musicali originali, libere improvvisazioni e canzoni popolari. Pur seguendo la tradizione timbrica del trio di Lester Young, con Buddy Rich e Nat King Cole, volge la propria attenzione alla contemporaneità.
Filippo Orefice comincia a studiare il clarinetto e il sassofono con Daniele D´Agaro all´età di dodici anni, per poi diplomarsi in Sassofono jazz nel 2009 alla Universtität für Musik und Darstellende Kunst di Graz (Austria), dove studia sotto la guida di Don Menza, K. H. Miklin e Renato Chicco. Vincitore di premi come “Miglior solista” a Rostov (Russia), Vittoria (Ragusa) e come “Miglior ensemble” al Conservatorio “S. Cecilia” di Roma, Orefice lavora stabilmente con il Trio Benessere (Giovanni Maier, Alessandro Mansutti), con la Tower Jazz Composer Orchestra – orchestra residente del Jazz Club Ferrara diretta da Alfonso Santimone e Piero Bittolo Bon – e con Yoruba di Andrea Grillini.
Ha collaborato con Don Menza, Sjepko Gut, Beppe Scardino, UT Gandhi, Bruno Cesselli, Luigi Vitale, Luca Colussi, Bajram Istrefi, Marko Crncec, Chris Jennings, Giorgio Pacorig, Leroy Emanuel, Sam Kulik, Vladimir Kostadinovic, Zlatko Caucig, Federico De Vittor e Michele Montolli tra gli altri, oltre ad essersi esibito in Italia, Austria, Slovenia, Croazia, Serbia, Germania, Russia, Belgio e Cina.
Dopo il concerto il pubblico potrà godere di Tip of The Day, l’apertura della jam session a cura degli allievi e dei docenti del Dipartimento Jazz del Conservatorio “G. Frescobaldi” di Ferrara. La formazione che scenderà in campo, dal titolo ‘Monk’s Mood’, è formata da Pier Simone Cinelli alla chitarra, Viviana Severini alla voce, Eligio Motolese al contrabbasso e Luca Antonio Di Dio alla batteria. Ingresso a offerta libera riservato ai soci Endas.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi