Home > COMUNICATI STAMPA > Buonsenso, buongusto, benessere: vivere meglio, l’iniziativa della Lilt

Buonsenso, buongusto, benessere: vivere meglio, l’iniziativa della Lilt

da: ufficio stampa e comunicazione Comune di Copparo

Presentata in conferenza stampa l’iniziativa “Buonsenso, buongusto, benessere: vivere meglio” a cura della Lilt di Ferrara (Lega Italiana contro i Tumori), che si terrà venerdì 18 dicembre presso l’Atrio della Residenza Municipale, con inizio alle ore 17. Erano presenti Martina Berneschi vicesindaco di Copparo, Sergio Gullini, presidente Lilt di Ferrara, Gianpiero Gargini, affari generali di Lilt, Giovanni Lolli presidente del CFP Cesta e Nicola Covezzi insegnante di CFP Cesta.
Martina Berneschi, vicesindaco e assessore con delega al volontariato ha ribadito il sostegno dell’amministrazione comunale alle attività della Lilt, sottolineando che il contesto dell’incontro di venerdì 18 dicembre si avvale della collaborazione del Centro Formazione Professionale di Cesta, che ha messo a disposizione la professionalità della scuola per questo progetto.
«Si parla di cibo e si parla di salute – ha concluso Berneschi – si può mangiare bene ma con buonsenso e quindi mantenendosi in salute. La nostra collaborazione con Lilt è recente, ma ci sono tutti i presupposti perché continui con successo, come Comune siamo molto attenti alle attività del volontariato e il lavoro di Lilt merita tutta la nostra riconoscenza, anche perché il tema della prevenzione è un tema di grande importanza».
Il presidente di Lilt Sergio Gullini ha ricordato come nella medicina moderna il concetto di prevenzione superi quello di cura. «Prevenire è meglio che curare – ha ripetuto Gullini – per questo sappiamo che è possibile prevenire alcune importanti malattie, trovando equilibrio tra alimentazione varia e abbondante con ciò di cui il nostro organismo ha bisogno. La speranza di vita è sicuramente aumentata, ma è innegabile che la comparsa di nuove malattie porti nuovi problemi. Basti pensare – ha concluso Gullini – che ormai nel mondo il numero degli obesi (un miliardo e mezzo di persone) ha superato quello delle persone sottonutrite (un miliardo).
All’incontro di venerdì sarà anche presentato il primo numero della collana “I quaderni della Lilt”, con suggerimenti per una corretta e gustosa alimentazione e con ricette realizzate dai cuochi dell’alberghiero del CFP Cesta.
Giovanni Lolli presidente del CFP Cesta ha ricordato che la collaborazione tra Lilt e CFP ha ormai cinque anni e che ha portato ottimi risultati lungo “il cammino della prevenzione”, che – ha detto Lolli – «deve partire dalla scuola sviluppandosi su vari argomenti: tabagismo, alcolismo, alimentazione. Questo è l’anno dell’Expo e della Carta di Milano – ha concluso Giovanni Lolli – che afferma chiaramente come la scuola sia il veicolo principale dell’educazione e della prevenzione, compresa anche la prevenzione allo spreco alimentare».
Con le ricette presenti sul quaderno della Lilt si sono valorizzati i prodotti tipici del nostro territorio, vale a dire le 17 perle della provincia di Ferrara. Un’attenzione particolare alla “generazione “ dei nonni, su cui fare una sorta di prevenzione a ricaduta, in modo che i nonni possano insegnare ai nipoti modi semplici per una corretta alimentazione quotidiana.
Sergio Gullini ha poi sottolineato come “fare Sanità” oggi non riguardi più solo il medico, ma l’amministratore locale, l’imprenditore industriale o agricolo, l’insegnante, perché i temi in campo sono molti e gli aspetti da tenere controllati rivestono tutte queste professionalità.
Gianpiero Gargini e Nicola Covezzi hanno ricordato che durante la serata di venerdì sarà fatta un’estrazione a premi per tutti i partecipanti e che sarà offerto un aperitivo “salutare”, curato da CFP Cesta. La Lilt opera a livello nazionale dal 1922 e la sede di Ferrara si compone di circa 150 soci, con 20 volontari attivi.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi