Home > COMUNICATI STAMPA > Camera di commercio di Ferrara: 250 i controlli effettuati nei primi sette mesi di quest’anno

Camera di commercio di Ferrara: 250 i controlli effettuati nei primi sette mesi di quest’anno

Da: Camera di commercio Ferrara

Govoni: “Una lezione che abbiamo imparato da questa crisi è che il mercato funziona
soltanto se tutela gli imprenditori onesti, che operano nelle regole”
Prodotti sicuri: 250 i controlli effettuati dalla camera di commercio nei primi sette mesi di quest’anno
60 i prodotti non conformi: giocattoli, prodotti elettrici ed occhiali da sole quelli più a rischio
Sottoposti a sequestro tre impianti di erogazione di carburante

250 i controlli effettuati dalla Camera di commercio (20 dei quali in collaborazione con Guardia di finanza e polizia municipale) in questi primi sette mesi di quest’anno: 60 i prodotti risultati non conformi alle regole (giocattoli, prodotti elettrici ed occhiali da sole quelli più a rischio) e 3 gli impianti di erogazione di carburante sottoposti a sequestro.

“Informare le imprese sugli obblighi previsti dalla normativa per produrre e commercializzare prodotti sicuri ed etichettati correttamente, tutelare la salute e la sicurezza dei consumatori, vigilare sulla trasparenza del mercato, sanzionare i comportamenti lesivi della concorrenza: queste – ha sottolineato il presidente della Camera di commercio, Paolo Govoni – le nostre priorità. Scopo della vigilanza infatti è, da un lato, garantire un mercato trasparente e concorrenziale per le imprese che vi operano correttamente e, dall’altro, innalzare il livello di salute e sicurezza tutela per i consumatori. Una lezione che abbiamo imparato da questa crisi – ha concluso il numero uno dell’Ente di Largo Castello – è che il mercato funziona soltanto se tutela gli imprenditori onesti, che operano nelle regole”.

E, per il 2020, messa già in cantiere con la collaborazione delle Organizzazioni imprenditoriali un’articolata campagna di comunicazione per imprese e cittadini diretta a far sapere agli operatori (produttori, importatori, grossisti, esercenti) quali norme di sicurezza sono attualmente in vigore, quali sono i controlli ai quali la loro attività è soggetta, e quali le loro responsabilità nei confronti dei consumatori; informare i consumatori sui requisiti di sicurezza che molti prodotti di uso comune (come, ad esempio, i giocattoli o il materiale elettrico) devono avere e sulla congruità di quanto dichiarato nelle etichette dei prodotti del settore tessile e delle calzature.

La domanda chiave attorno alla quale ruoterà la campagna della Camera di commercio sarà: “E’ un prodotto sicuro?”. Ed è proprio per tutelare imprese e cittadini che l’Ente camerale incrementerà nel prossimo anno le verifiche su tanti prodotti di uso comune, quali materiale elettrico, giocattoli e dispositivi di protezione individuale come occhiali da sole, ed altri prodotti ed attività di particolare interesse quali metalli preziosi, strumenti di misura, imballaggi, tachigrafi e laboratori autorizzati ad effettuare le prove di metrologia legale. Particolare attenzione sarà riservata ai Capi di abbigliamento per bambini: i vestiti per bambini che presentano cordoncini e lacci, soprattutto quelli presenti nella zona del collo, devono rispettare rigide disposizioni normative comunitarie, per evitare che i più piccoli restino impigliati, ad esempio nelle biciclette o nelle porte.

La Camera di commercio invita i consumatori e le imprese ferraresi a comunicare eventuali segnalazioni all’indirizzo di posta elettronica (metrico@fe.camcom.it).

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi