Home > COMUNICATI STAMPA > Camera di commercio: nel 2017 3.000 controlli per prodotti sempre piu’ sicuri

Camera di commercio: nel 2017 3.000 controlli per prodotti sempre piu’ sicuri

Tempo di lettura: 3 minuti

Da ufficio stampa

Nel 2016 2.115 i prodotti controllati, di cui 1948 risultati non conformi. Giocattoli, prodotti elettrici ed abbigliamento per bambini quelli più a rischio

Govoni: “Dobbiamo sostenere quelle imprese che scelgono di stare dalla parte della legalità e dell’affermazione dei diritti spesso negati”

Nel 2016, sono stati 2.115 i prodotti controllati dalla Camera di commercio di Ferrara, di cui 1948 risultati non conformi: giocattoli, prodotti elettrici ed abbigliamento per bambini quelli più a rischio.
E per le imprese la contraffazione è:

– un grave danno economico, in termini di riduzione del fatturato ed aumento di costi per l’assistenza legale a scapito degli investimenti e della produzione;
– un grave danno di immagine, in quanto la circolazione di prodotti contraffatti, spesso di qualità molto inferiore ai prodotti originali, induce i consumatori inconsapevoli a confondere la scarsa qualità del prodotto contraffatto con quella eccellente dell’originale;
– un grave danno competitivo, in quanto la contraffazione scoraggia gli ideatori e gli inventori, che vedono indebitamente sottratti i risultati del proprio ingegno e della propria attività creativa. Così facendo, si soffoca la spinta innovativa delle imprese, che invece devono costantemente migliorare e rinnovare i propri prodotti e processi se vogliono conservare o conquistare quote di mercato;
un grave danno concorrenziale, perché da un lato lo sfruttamento di soggetti deboli (lavoratori senza contratto, prevalentemente cittadini extracomunitari pagati in nero e senza coperture assicurative) e dall’altro l’evasione dell’IVA e delle altre imposte (dirette e indirette) alimentano una concorrenza sleale basata sui minori costi di produzione che altera gli equilibri del mercato.

Ce lo ricorda senza tregua la Camera di commercio di Ferrara che, nel 2017, aumenterà i propri controlli sui beni di largo consumo a cominciare da giocattoli, abbigliamento, gioielli, materiale elettrico e imballaggi. Un impegno, a tutto vantaggio della tutela dei consumatori, delle imprese oneste e della regolazione del mercato, che porterà ad oltre 3.000 controlli su prodotti e strumenti metrici e 700 verifiche documentali. E’ questo il Piano approvato dalla Giunta camerale per contrastare – in collaborazione con Prefettura, Amministrazioni pubbliche, associazioni imprenditoriali e dei consumatori, forze dell’ordine – l’industria del falso che ruba al nostro Paese quasi mezzo punto di Pil e cancella oltre 100 mila possibili posti di lavoro.
“La Camera di commercio – ha sottolineato il suo presidente, Paolo Govoni – sarà sempre in movimento, facendo leva sulla forza delle Istituzioni, delle imprese e delle famiglie che operano nel rispetto delle regole, a cui va dato riconoscimento del contributo insostituibile che offrono per dare “gambe forti” ad un mercato capace di correre incontro alla crescita, stimolando la concorrenza e la leale competizione. Ciò favorirà – ha concluso Govoni – la competitività delle nostre imprese e il nostro futuro“.
Attenzione, in particolare, ai Capi di abbigliamento per bambini: i vestiti per bambini che presentano cordoncini e lacci, soprattutto quelli presenti nella zona del collo, devono rispettare rigide disposizioni normative comunitarie, per evitare che i più piccoli restino impigliati, ad esempio nelle biciclette o nelle porte. La Camera di commercio invita i consumatori e le imprese ferraresi a comunicare eventuali segnalazioni all’indirizzo di posta elettronica (metrico@fe.camcom.it).

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi