Home > COMUNICATI STAMPA > Carnevale rinascimentale al Palazzo di Ludovico il Moro

Carnevale rinascimentale al Palazzo di Ludovico il Moro

Tempo di lettura: 3 minuti

da: ufficio stampa SBArcheo Emilia-Romagna

Il Museo Archeologico Nazionale di Ferrara partecipa al Carnevale Rinascimentale che si svolge nel capoluogo estense dal 27 febbraio al 2 marzo con balli, concerti lirico-vocali e visite guidate al museo e allo splendido palazzo cinquecentesco che lo ospita

Opera di Biagio Rossetti, il maggior architetto rinascimentale della corte estense, Palazzo Costabili è detto anche “di Ludovico il Moro” per i possibili legami della sua committenza con il famoso Duca di Milano.
Alla raffinata architettura del Palazzo, la cui costruzione è da datare tra la fine del XV ed i primi anni del XVI secolo, si affiancano le sale affrescate da Benedetto Tisi detto Il Garofalo e da Dosso Dossi che rappresentano un’ambientazione artistica di alto impatto unica nel suo genere. In particolare la Sala del Tesoro, luogo di raccolta di opere d’arte e preziosi del padrone di casa, Antonio Costabili, presenta uno stupendo affresco del Garofalo sullo stile di Andrea Mantegna, enfatizzato da un rosone in legno intagliato e dorato.

Acquisito dallo Stato nel 1920, il Museo fu inaugurato nel 1935 per ospitare i materiali provenienti dalla città etrusca di Spina, uno dei più ricchi e importanti empori del mondo antico, attivo tra la metà del VI e gli inizi del III secolo a.C. La fama di Spina nella storia degli studi è da attribuire in massima parte all’impressionante complesso funerario costituito dalle oltre 4000 tombe della necropoli, da cui proviene una delle maggiori raccolte di vasi greci a figure rosse del mondo.
La secolare storia di Palazzo Costabili detto “di Ludovico il Moro”, riportata all’originario splendore con i restauri degli apparati decorativi e monumentali, si sposa nel nuovo allestimento del Museo con le moderne tecniche di comunicazione, per fornire ai visitatori un percorso di straordinaria suggestione culturale.

Promosso da Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia-Romagna, Museo Archeologico Nazionale di Ferrara in collaborazione con Conservatorio Girolamo Frescobaldi di Ferrara, Maria Cristina Osti, Scuola di Canto G. Verdi e Gruppo Archeologico Ferrarese

Sabato 1 marzo

ore 15 – Balli ferraresi nel ‘500. Ensemble di Ottoni “Ballo del Granduca”
ore 16 – Visita guidata al Museo con particolare attenzione alle evidenze di età rinascimentale di Palazzo Costabili

Domenica 2 marzo

ore 11 e 15.30 – Visite guidate al Museo focalizzate sui dettagli di età rinascimentale di Palazzo Costabili, detto di Ludovico il Moro, sede del museo
ore 16 – “trattenimento” musicale “La voce dei colori del Rinascimento”, a cura di Maria Cristina Osti e della Scuola di Canto Giuseppe Verdi

Ingresso gratuito
info su www.archeoferrara.beniculturali.it

_____________________________________________________________

Quattro giorni di feste, appuntamenti in costume e iniziative dedicate a bambini e ragazzi. Questo e molto ancora è il Carnevale Rinascimentale di Ferrara, organizzato dal Comune di Ferrara, in particolare dall’Ufficio Ricerche Storiche, con il patrocinio e la partecipazione di Provincia, Camera di Commercio, Università di Ferrara, Unesco, Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia Romagna, oltre al coinvolgimento di tre partner commerciali quali Cpr System, Carife, Hera e a numerosi altri consorzi, aziende e associazioni

per info http://carnevalerinascimentale.eu/

Commenta

Ti potrebbe interessare:
Tesori fantastici, ecco dove trovarli
carlo-domenico-zoboli-antiquariato-ferrara-aldo-gessi
RITRATTI
Zoboli, l’antiquario che apre controcorrente
benvenuto-tisi-garofalo-canaro-rovigo
IMMAGINARIO
Casa Garofalo c’è.
La foto di oggi…
Per il ventiduesimo “Incontro con la pittura” alla Galleria d’Arte Fondantico, i dipinti emiliani dal XVI al XIX secolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi