Home > IL QUOTIDIANO > Cattive abitudini
pompieri burana
Tempo di lettura: < 1 minuto

Il solstizio estivo prevede, tra le varie cose, l’inizio della bella stagione, e con essa tutto ciò che ne consegue. C’è chi decide di andare a mare, chi in montagna. Chi si dedica al camminare, fare sport, riposarsi o leggere. C’è poi chi, come abitudine, con la bella stagione, decide di dedicarsi al sentirsi “Nerone” tra gli umili. Stolti senza anima che per diletto distruggono l’entità che più conta: la natura. L’unica speranza è una saetta divina, o la poca clemenza di un magistrato. Si protende più sulla prima. Nel frattempo, in caschi neri e pesanti tute, c’è chi “passerà il tempo”, per l’ennesima estate, a spegnere l’ardore degli stupiti. Silenti eroi dagli stipendi troppo bassi. Anche questo racconta la Burana…

Commenta

Ti potrebbe interessare:
Dora, Amalia e l’incendio di via Santoni Rosa
antifa ferrara
Messaggi da ricordare
LETTERA APERTA
NO ALLA COLATA DI CEMENTO ALL’EX MOF
pico mirandola
Sulla memoria

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi