COMUNICATI STAMPA
Home > ACCORDI - il brano della settimana > Chiedi chi erano i Dead Moon
Tempo di lettura: 4 minuti

La notizia del giorno probabilmente è una notizia solo per me e un numero boh di altre persone.
Ma ad ogni modo questo è un giorno davvero triste per il rock’n’roll.
A una settimana esatta dalla morte di Andrew Loomis, Fred e Toody Cole hanno annunciato ufficialmente il loro ritiro causa pensione e acciacchi vari.
Ma chi sono Andrew Loomis e Fred e Toody Cole?
Andrew Loomis era il batterista dei Dead Moon, band in cui Fred e Toody erano rispettivamente chitarra/voce e basso/voce.

Brano: “Dead Moon Night” dei Dead Moon

Brano: “Dead Moon Night” dei Dead Moon

E chi erano i Dead Moon?
Erano il progetto più duraturo e relativamente “famoso” di Fred Cole.
Progetto messo su nel 1987 a quarant’anni.
Tutto questo dopo anni e anni di gruppi messi su e sciolti sempre marchiati dal sacro fuoco del più rigoroso spirito indipendente.
Ma indipendente per davvero, non in quel senso che adesso sembra una parolaccia.
Fred Cole è uno che si è guadagnato il proprio posto nella storia del r’n’r almeno due volte.
Prima volta: con i Lollipop Shoppe direttamente negli anni ’60 finendo pure su Nuggets, la celeberrima e fondamentale raccolta di band garage/proto-punk compilata da un Lenny Kaye non ancora chitarrista del Patti Smith Group.
Seconda volta: con sua moglie e Andrew Loomis formando appunto i Dead Moon.
I Dead Moon si registravano e stampavano i dischi da soli, si organizzavano i tour da soli e il loro culto – diffusosi negli anni a livello mondiale – si basava su una sola cosa: la musica.
E nella vita di tutti i giorni Fred e Toody portavano avanti una famiglia e un negozio di strumenti musicali.
Un negozio che per anni ha fornito strumenti più che buoni a prezzi più che onesti a legioni di ragazzini alle prime armi.
Insomma, tutto quello che dovrebbe essere sempre IL PUNK.
E così è triste sapere che gente di questa pasta è costretta a darsi una calmata.
Ed è ancora più triste il mondo che ci ritroviamo/ci ritroveremo quando se ne andranno tutti gli altri Lemmy e Bowie e Andrew Loomis.
A questo punto c’è solo una cosa da fare: su di volume.
Già ci devo vivere in un mondo così… a ‘sto punto tanto vale farsi esplodere le orecchie per dimenticare.

Ogni giorno un brano intonato alla cronaca selezionato e commentato dalla redazione di Radio Strike.

 

Selezione e commento di Andrea Pavanello, ex DoAs TheBirds, musicista, dj, pasticcione, capo della Seitan! Records e autore di “Carta Bianca” in onda su Radio Strike a orari reperibili in giorni reperibili SOLO consultando il calendario patafisico. xoxo <3

Radio Strike è un progetto per una radio web libera, aperta ed autogestita che dia voce a chi ne ha meno. La web radio, nel nostro mondo sempre più mediatizzato, diventa uno strumento di grande potenza espressiva, raggiungendo immediatamente chiunque abbia una connessione internet.
Un ulteriore punto di forza, forse meno evidente ma non meno importante, è la capacità di far convergere e partecipare ad un progetto le eterogenee singolarità che compongono il tessuto cittadino di Ferrara: lavoratori e precari, studenti universitari e medi, migranti, potranno trovare nella radio uno spazio vivo dove portare le proprie istanze e farsi contaminare da quelle degli altri. Non un contenitore da riempire, ma uno spazio sociale che prende vita a partire dalle energie che si autorganizzano attorno ad esso.

Commenta

Ti potrebbe interessare:
Rosa d’autunno
IL DOSSIER SETTIMANALE
Accordi: la musica da ascoltare… e da leggere
Dentro l’ufficio collocamento dell’Isis
totem arti festival 2016
LA SEGNALAZIONE
Con il Totem Arti Festival un’oasi di arti sulle rive del Po

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi