Home > PARTITI & DINTORNI > Chimica. Bessi e Calvano (PD): ‘Da ENI un rinnovato interesse per Versalis

Chimica. Bessi e Calvano (PD): ‘Da ENI un rinnovato interesse per Versalis

da: Ufficio stampa Gruppo Partito Democratico

Chimica. Bessi e Calvano (PD): ‘Da ENI un rinnovato interesse per Versalis’
Dall’Emilia-Romagna il PD continua a sostenere con forza una strategia industriale nazionale per la chimica
“Le recenti dichiarazioni di Claudio Descalzi, amministratore delegato del gruppo ENI, che anticipa il piano industriale di Versalis per l’autunno, vanno lette insieme al consolidamento del bilancio della società controllata in quello di ENI stessa. Sono affermazioni importanti – commentano Gianni Bessi e Paolo Calvano, Consiglieri regionali PD – che confermano il rinnovato interesse di ENI verso la chimica e la petrolchimica”.

Dall’Emilia-Romagna il Partito Democratico continua a sostenere con forza una strategia industriale nazionale per la chimica e la chimica verde.

“L’annuncio del piano industriale e di sviluppo di Versalis per i prossimi mesi risponde a una delle richieste ribadite, da parte nostra, in più occasioni. – proseguono Bessi e Calvano – Abbiamo sempre sostenuto che servisse una filiera istituzionale che, dai Comuni di Ferrara e Ravenna, sedi di due dei quattro Petrolchimici del quadrilatero padano insieme a Porto Marghera e Mantova, passando dalle Regioni e fino al Parlamento e al Governo consideri innanzitutto la chimica come una voce strategica per lo sviluppo industriale del nostro Paese”.

“Il percorso è impostato, anche grazie al lavoro messo in campo dalla Regione Emilia-Romagna e dall’Assessore Palma Costi, e continueremo ad impegnarci e spenderci per la stabilizzazione e valorizzazione della chimica italiana, in un’ottica di sviluppo economico e industriale del settore e di tutela dei lavoratori. – concludono i Consiglieri regionali PD – Un settore che, è bene ricordare, vanta professionalità ed eccellenze riconosciute a livello internazionale e che solo nei distretti di Ravenna e Ferrara coinvolge quasi 3.500 addetti diretti e circa 10.000 occupati nell’indotto”.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi