COMUNICATI STAMPA
Tempo di lettura: 3 minuti

La notizia della recente scomparsa di Alberto Gigante – a Ferrara e altrove, per più o meno tutti Gigo – mi ha lasciato (come tanti altri) spiazzato e con le gomme abbastanza a terra.
Ci tengo a precisare che scrivo queste righe da semplice fan degli Impact, gruppo di cui Gigo fu fondatore, batterista e per un breve periodo anche cantante.
Purtroppo, per motivi anagrafici, non ho avuto modo di far parte di quella grande esperienza a cui gli Impact – uno dei gruppi hardcore punk italiani più amati e rispettati in patria e all’estero – hanno dato un contributo così grande e peculiare.
Non posso quindi dire di essere un “insider” di quella stagione unica e irripetibile che fu l’hardcore a Ferrara (e in Italia) ma questo non mi ha impedito di entusiasmarmi anni dopo ascoltando gli Impact, vedendoli dal vivo quando si sono riuniti e imparando tanto dalle loro preziose testimonianze messe nero su bianco nel loro libro “Realtà mutabili” (LineaBN Edizioni, 2011) lettura che a mio avviso (anche solo se si è di Ferrara e si ha a cuore la musica) rimane imprescindibile pur non essendo così fissati col punk e l’hardcore dei primi anni ’80 come magari posso essere io.
Mentre cercavo di ragionare per scrivere mi sono per forza di cose ritrovato a sfogliare nuovamente “Realtà mutabili” e mi sono dovuto fermare più volte perché altrimenti avrei finito per non scrivere più niente.
La loro è una storia che mi appassiona sempre e quel libro l’avrò letto almeno 3 volte.
Ovviamente rileggerlo in questi giorni mi fa un effetto straniante.
I contributi di Gigo al libro sono forse i più “disincantati” – a volte quasi “spietati” – ovviamente secondo me in senso buono.
Rileggendoli mi è partita in testa la sua voce e mi sono ritrovato a ricordare le volte in cui ho avuto il piacere di fare delle chiacchiere con lui, a volte incrociandolo anche solo per caso per strada finendo poi in delle gran pezze che capitava di attaccarsi a vicenda.
A questo punto direi che quindi – come pezzo della settimana – mi sembra il minimo far partire la sua batteria.

Ps: Se a qualcuno interessa “Realtà mutabili” è scaricabile gratuitamente al link che si trova all’interno di questo esaustivo articolo della rivista specializzata Rumore: https://rumoremag.com/2021/03/22/impact-alberto-gigo-gigante-morto-rip/

Ribellione (Impact, 1995)

Commenta

Ti potrebbe interessare:
Ci vediamo nel metaverso
Vulgar display of Powell
Il terribile disastro
La droga no

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi